Raffica di furti nel Fermano, i carabinieri incastrano sei ladri

E' stata denominata "Operazione Antifurto", denunciato anche un malvivente seriale che aveva messo a segno ben sette colpi e una truffa con sostituzione di persona

Fermo, 5 dicembre 2023 – Operazione antifurto. Non è il titolo di un film poliziesco, ma è l’attività portata avanti dai carabinieri del Comando provinciale di Fermo per prevenire e reprimere i furti e i reati predatori sul territorio, che ha condotto alla denuncia di ben sei persone, tra cui un malvivente seriale.

Operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Fermo per prevenire e reprimere i furti: denunciate sei persone
Operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Fermo per prevenire e reprimere i furti: denunciate sei persone

I carabinieri di Porto San Giorgio, a conclusione di una complessa indagine, hanno denunciato un romeno di 28 anni per i reati di furto aggravato, tentato furto aggravato, truffa e sostituzione di persona.

L’attività, supportata dalle analisi di filmati e dall’identificazione fotografica, ha svelato il coinvolgimento del malvivente seriale in diversi furti e tentativi di furto nella zona: la sottrazione di 3 telefoni cellulari del valore complessivo di 2.700, denunciato dal titolare di un negozio Vodafone a Fermo; il furto di un telefono cellulare Apple Iphone 13 del valore di 1.600 euro, sottratto a uomo di Porto San Giorgio mentre ne trattava la vendita; il furto di abiti del valore di 850,00 euro in un negozio di abbigliamento a Porto San Giorgio; un tentato furto presso uno chalet di Porto San Giorgio dove il 28enne ha provato ad introdursi forzando una porta, per poi fuggire in seguito all'attivazione dell'allarme sonoro; il furto di una bici elettrica del valore di 3.000 asportata a un giovane di Porto San Giorgio; il furto di un telefono cellulare Samsung Galaxy Z del valore di 1.000 euro sottratto al proprietario mentre ne trattava la vendita. Infine il recidivo si è reso altresì colpevole dei reati di sostituzione di persona e truffa. Il giovane, infatti, ha acceso a nome di un'altra persona un finanziamento "Compass" dell'importo di 1.600 euro. I militari dell’Arma di Montegiorgio, invece, hanno denunciato un 39enne di Fermo per il reato di furto con destrezza. L'uomo aveva asportato il portafoglio di una cliente presso un ristorante della zona, contenente documenti d'identità e 230 euro in contanti. I carabinieri di Fermo, al termine di un'accurata indagine, hanno denunciato un campano di 36 anni, attualmente detenuto nella casa circondariale di Ancona Montacuto. L'uomo aveva simulato il furto di capi d'abbigliamento e merce varia, del valore di 33.500 euro, di proprietà di un commerciante cinese residente a Grottammare, di cui era custode giudiziario. Parte della merce è stata rinvenuta nella sua abitazione a Ponzano di Fermo e posta sotto sequestro.

I carabinieri della Sezione operativa e della stazione di Fermo, in collaborazione con i colleghi della Compagnia di Osimo, hanno denunciato tre pregiudicati, tutti provenienti dalla provincia di Foggia, per i reati di furto aggravato e tentato furto aggravato in concorso. I malviventi sono risultati responsabili del furto di due auto a Fermo e del tentato furto di una terza vettura di un uomo di Monte Giberto. I carabinieri di Monte San Pietrangeli sono intervenuti a Torre San Patrizio, dove è stata segnalata la presenza di un'auto, risultata rubata a Porto San Giorgio il 22 ottobre scorso La vettura è stata prontamente recuperata e restituita al legittimo proprietario.