Recuperati vecchi presepi. Allestimenti degli studenti

Connubio tra Comune e liceo artistico: recuperate 4 tavole lignee che si ispirano a Lippi e Ghirlandaio, più una quinta, cover di un’opera di Gentile da Fabriano .

Recuperati vecchi presepi. Allestimenti degli studenti
Recuperati vecchi presepi. Allestimenti degli studenti

Una collaborazione fattiva, un’integrazione sempre più forte nel contesto cittadino, opere di pregio realizzate dagli studenti con l’aiuto degli insegnanti ed utilizzate dall’amministrazione per rendere più bella ed accogliente la città. Liceo artistico e Comune un connubio di volontà aventi come obiettivo il bello della scuola e della città, da ogni punto di vista. Ieri conferenza stampa congiunta studenti, insegnanti, ivi compresa la dirigente scolastica Annamaria Bernardini, pubblici amministratori con in testa il sindaco, Valerio Vesprini. Lo scopo era la manifestazione di queste loro intenzioni, la soddisfazione per il lavoro finora svolto, insieme, l’assunzione di impegni ancora maggiori per il futuro. Ad aprire la conferenza stampa l’assessore al commercio e turismo, Giampiero Marcattili, ritenuto il catalizzatore della collaborazione fra il Comune e il Liceo: "In primo luogo è doveroso riconoscere che su tale scuola si può contare sempre e per qualsivoglia. Per questo va ringraziato. Il rapporto fra noi e loro si è esplicitato soprattutto in questo periodo con gli allestimenti natalizi eseguiti dagli studenti lungo un percorso all’interno delle mura castellane, che va dal corso Castel San Giorgio all’arco del diavolo. Un’altra opera è in produzione in piazza San Giorgio". Sono allestimenti effettuati restaurando presepi di valore artistico ma lasciati in abbandono per tanti anni: recuperate 4 tavole lignee risalenti agli anni 2.000 e che si ispirano a Filippo lippi e a Domenico Ghirlandaio, più una quinta tavola cover di un’opera di Gentile da Fabriano. La dirigente scolastica rende noto che quest’anno ha voluto che venissero coinvolte sia le classi del biennio che del triennio. Dice che i veri protagonisti del lavoro svolto sono gli stessi ragazzi i quali hanno messo a disposizione le loro competenze e lavorato con impegno motivazione ed entusiasmo, facendo onore alla scuola che è diventata ormai un punto di riferimento a livello comprensoriale". Sulla stessa lunghezza d’onda gli interventi dei docenti Grazia Cicchinè, Andrea Romagnoli e Alessia Forti, che hanno seguito i ragazzi. Asseriscono che si è trattato di un’esperienza didatticamente formativa e che spetta ai medesimi ragazzi la titolarità delle opere effettuate. L’assessore Marco Tombolini sostiene che il rapporto instauratosi tra la scuola e il Comune va assolutamente potenziato. La chiosa è del sindaco: "Il Liceo è una risorsa di fondamentale importanza per il comprensorio. L’obiettivo dovrà essere quello di favorire una collaborazione che risulti fruttuosa soprattutto per la valorizzazione dei suoi studenti.

Silvio Sebastiani