Si riparte: Yuasa Battery battezza il 2024

Prima sfida dell’anno in trasferta contro Reggio Emilia. Ortenzi: "All’andata ci hanno fatto soffrire tantissimo, serve una gara diversa"

Si riparte: Yuasa Battery battezza il 2024

Il coach Massimiliano Ortenzi vuole tornare al successo dopo il ko al tie break nel big match di Cuneo

Match complicato. E’ questa la definizione che descrive al meglio l’impegno di oggi per la Yuasa Battery contro Reggio Emilia: appuntamento al Pala Grotta alle 18 per la prima uscita del 2024 con la voglia matta di tornare al successo dopo il ko al tie break nel big match di Cuneo. Reggio è il classico animale ferito, squadra reduce da cinque sconfitte consecutive, le ultime due delle quali giocate senza il proprio terminale offensivo principale, ovvero l’opposto tedesco Marks, ex Fano ed Ortona. Nonostante questi ko in settimana è stata confermata piena fiducia da parte della società al coach Finulli, consapevoli che con il pieno recupero del bomber tedesco e l’inserimento a pieno regime del neo arrivato Preti (martello di oltre due metri con più di 300 presenze in Serie A, ex Cantù) la Conad potrà anche ambire ad un posto playoff.

"All’andata ci hanno fatto soffrire tantissimo – spiega Ortenzi – noi in quell’occasione andammo un po’ sulle montagne russe con una prestazione altalenante. Ci teniamo a fare una partita diversa rispetto all’andata, provando ad imporre di più il nostro ritmo. Nelle ultime due gare hanno giocato senza opposto titolare (che oggi dovrebbe essere regolarmente in campo, ndr) ma il sostituto Suraci ha fatto molto bene, in più si sono rafforzati con Preti che è molto esperto per la categoria. Dovremo essere bravi a concentrarci sul nostro gioco, fare un bel lavoro al servizio e tenerli lontani da rete, e dovremo essere bravi a contenere le loro risorse più importanti, a prescindere che giochi Marks o meno. Sarà una gara molto molto complicata".

Squadra esperta quella reggiana con vecchie volpi della categoria come Mariano, Bonola, Sesto, Pochini, Gasparini e Preti, affiancati dai registi Sperotto e Catellani, i giovani centrali Volpe e Caciagli, il libero Torchia, le bande Guerrini e Maiocchi. A bombardare da zona due ci pensano i già citati Marks e Suraci. Due gli ex di turno in campo Grotta con Manuele Marchiani a Reggio nel 2015-206 e Andrea Mattei invece in Emilia dal 2019 al 2021: precedenti che sorridono a Grotta con sei vittorie e un solo ko. Gara affidata all’ingegnere lametino Antonio Gaetano, coadiuvato dall’esperto Antonio De Simeis. Atteso il pubblico delle grandi occasioni con tutto il popolo di Grotta che si aspetta di iniziare il 2024 con una bella vittoria per mantenere altissimo il livello in vetta alla classifica.

Roberto Cruciani