Siamo sulla strada giusta?

Una piaga che non accenna a diminuire quella della violenza di genere. Si susseguono appelli, manifestazioni, iniziative, dibattiti, incontri e quant’altro. "Se pensiamo che a fronte di tanta sensibilizzazione i casi di morte aumentano, dobbiamo ammettere che non stiamo andando nella via giusta, altrimenti non saremmo qui a fare i conti con l’ennesima vita spezzata". Così aveva parlato su queste colonne la dottoressa Luciana Mariani della Commissione per le pari opportunità della provincia di Fermo dopo la morte di Giulia Cecchettin. Un intervento diverso, una voce fuori dal coro che ha inquadrato la situazione: bisogna cambiare approccio. Ripartiamo dai nostri ragazzi, gli uomini di domani. Diamo l’esempio, insegniamo il rispetto e l’educazione.