"Stop allagamenti e fango da Monte Cacciù"

L’assessore Senzacqua spiega: "Il tutto grazie al fosso in via Michelangelo,quest’anno è stata fatta prevenzione al dissesto idrogeologico" .

"Stop allagamenti e fango da Monte Cacciù"

Fabio Senzacqua

E’ considerato l’uomo forte della Giunta Vesprini sia perché in amministrazione sembra che: "Non si muove foglia che lui non voglia" sia perché, refrattario alle critiche, nella gestione delle deleghe di competnza (Sport, Patrimonio, ambiente) non fa mai un passo indietro o d lato, tira dritto, sia perchè lavora a tempo pieno e a tutto spiano per la maggioranza. Intanto, il fatto che possa essere refrattario alle critiche non è detto che ne sia pure immune. Le maggiori che gli rivolgono attualmente sono riguardano l’uso di erba sintetica invece di quella narurale nella cura delle aiuole della città e per essere tra i fautori dello spostamento delle tamerici del lungomare sud. In ogni modo, si dichiara soddisfatto del suo primo anno e mezzo di assessorato sia in termini generali che particolare per la cura dell’ambiente: "Quest’anno ne è stata fatta una gestione responsabile– sono le sue parole – a cominciare dal controllo del territorio, con un’attenzione alla prevenzione sui fiumi, sulla pulizia dei fossi e con un occhio rivolto al dissesto idrogeologico". Secondo lui così come quando si semina bene, bene si raccoglie l’amministrazioine ha potuto raccogliere i primi risultati. "Ad esempio, con la realizzzione del fosso in via Michelangelo si sono evitati per la prima volta allagamenti e colate di fango da Monte Cacciù. Sottolinea quindi di aver lavorato a stretto contatto cun enti di assoluta importanza per il territorio, vcioè Il Consorzio di bonifica Marche e il genio civile Marche sud: "Ciò – dice Senzacqua – ha permesso insieme agli uffici comunali di eseguire innumerevoli interventi quali: la pulizia del fosso Petronilla e dell’alveo del fiume Ete. La pulizia a breve riguarderà le vie Galliani e Michelangelo. Sono iniziati pure i lavori di pulizia dei tombini (caditoie) e dei canali di scolo.I fatti accaduti negli ultimi mesi lasciano riflettere sull’importanza della prevenzione, unico modo per evitare disagi se non adirittura tragedie". Altri risultati di rilievo sono stati la riconquista della bandiera blu dopo 4 anni e l’attuazioine della legge Rutelli con la festa dell’albero durante la quale è stata messa a dkimora un’essenza arborea per ogni nato nel 2023. L’iniziativa ha registrato molto successo sia per quanto riguarda la partecipzione delle famiglie sia per l’impatto positivo sulla città: "Inoltre – conclude Senzacqua - ampio spazio è stato riservato all’educazione ambientale in collaborazione con le scuole, l’associazione Cea, a Marina Ecoidee e le categorie della marineria sangiorgese"

Silvio Sebastiani.