Truffe online a Montegiorgio e Falerone: in quattro nei guai

I carabinieri hanno denunciato i presunti autori di due raggiri avvenuti negli scorsi giorni ai danni di ignari cittadini

Truffe online a Montegiorgio e Falerone: in quattro nei guai
Truffe online a Montegiorgio e Falerone: in quattro nei guai

Purtroppo le truffe on line continuano a creare vittime nell’entroterra Fermano, i carabinieri della compagnia di Montegiorgio denunciano quattro persone. Nei giorni scorsi i militari della stazione di Montegiorgio, al termine di controlli mirati, hanno denunciato un uomo di 34 anni, disoccupato e originario di Napoli, per il reato di truffa. L’uomo fingendosi un operatore della piattaforma ‘PayPal’, ha ingannato un cittadino di 55 anni di Falerone, convincendolo ad eseguire tre bonifici per un totale di 1.400 euro su un conto corrente riconducibile al truffatore che poi si è reso irreperibile. A Falerone invece i carabinieri della stazione locale, hanno denunciato un uomo di 48 anni, originario della Calabria, per truffa.

Il calabrese ha ingannato un residente, convincendolo a trasferire la somma di 230 euro su un conto corrente a lui riconducibile, con il pretesto di vendere una consolle Nintendo online. Conclusa la transazione, l’uomo è spartito. Sempre a Falerone, i carabinieri hanno denunciato due individui di 44 e 48 anni, entrambi originari di Napoli, per truffa in concorso. I due spacciandosi per operatori dell’agenzia delle dogane e dei monopoli, hanno ingannato il titolare di un bar-tabaccheria di Falerone. Con il pretesto di risolvere guasti al circuito di lottomatica ‘LisPay’, riuscendo a farsi eseguire sei ricariche per un totale di 6.000 euro su carte ‘PostePay’ a loro riconducibili. Purtroppo anche in questo caso, una volta intascato il denaro, i due malfattori si sono resi irreperibili. Si ribadisce l’importanza di seguire i suggerimenti pubblicati da tempo sul sito istituzionale dell’arma per evitare di cadere vittime di truffe. La denuncia di questi individui conferma quanto sia fondamentale essere vigili e diffidare di chiunque cerchi di ingannarci per trarne vantaggi illeciti.

a.c.