Yuasa Battery, avvicinamento ai playoff

Buon test contro la Pallavolo Macerata. Intanto le classifiche di rendimento certificano il dominio di Grottazzolina nella regular season

Yuasa Battery, avvicinamento ai playoff

Test amichevole decisamente interessante per la Yuasa che. ieri pomeriggio ha incrociato. la Pallavolo Macerata

Test amichevole decisamente interessante per la Yuasa che proprio ieri pomeriggio ha incrociato il suo cammino con quello della Pallavolo Macerata, grande protagonista in A3 e pronta, proprio come Grotta, a giocarsi tutto nei play-off da protagonista. Due squadre pronte a dire la loro nella fase più importante della stagione, con il medesimo obiettivo per entrambe le formazioni. Fase decisiva alle porte dunque e Yuasa che continua il suo cammino di avvicinamento a suon di sedute tecniche, fisiche e tattiche ma anche l’occasione per un bilancio, con tanto di numeri e statistiche, sulla stagione regolare chiusa con un primo posto in A2 mai in discussione. In tutte o quasi le classifiche di rendimento, la Yuasa primeggia. Partiamo dai numeri di squadra: maggior numero di punti realizzati (1835 in 109 set), prima negli attacchi vincenti (1463, davanti a Cuneo con 1437) e nelle ricezioni perfette con 653 palloni messi in mano a Marchiani (13 in più di Aversa) mentre è secondo gradino del podio nelle battute vincenti, dietro a Brescia con 112 ace, tre in più di Fedrizzi e compagni. Facile dunque capire come il collettivo sia stato il miglior alleato della squadra di coach Massimiliano Ortenzi che ha blindato una prima posizione in classifica senza dubbio strameritata nei fatti. Se il gruppo ha numeri super, la situazione è eccellente anche nelle statistiche individuali. Breuning è il re dei bomber con 670 punti in 26 gare, con una media di 6,57 punti per set: una media quest’ultima di livello mondiale. Nei punti per gara, Bruening è tre volte sul podio con i 37 punti contro Castellana Grotte e Aversa e i 34 contro Cuneo. In battuta lo specialista è invece Michele Federizzi con 68 ace diretti (seguito da Gamba con 48) con una media di 0,62 ace per set. Per lui anche il primato nelle ricezioni perfette tra gli schiacciatori, con un indice di 1,70. A muro tra i primissimi posti c’è Mattei con 70 blocjk messi a segno, subito dietro Aguenier, Nikacevic e Ceban; ma Mattei è secondo nella classifica di muri nel singolo set: ben 8 stampate registrate nell’esordio contro Cuneo e 7 nella trasferta di Siena. Meglio di lui solo Katalan di Prata con 14 muri vincenti su singolo incontro, record assoluto di sempre. Non poteva mancare Andrea Marchisio, miglior ricettore del torneo con il 41,81% di ricezioni perfette. Anche i numeri, singoli e di squadra, dicono inconfutabilmente Yuasa per rendimento nel corso della stagione.