Yuasa Battery, c’è da sfatare il tabù Brescia

Nei nove precedenti ben sette sono finiti in mano ai lombardi, oggi potrebbe essere l’occasione buona per la capolista Grottazzolina

Yuasa Battery, c’è da sfatare il tabù Brescia
Yuasa Battery, c’è da sfatare il tabù Brescia

Secondo viaggio consecutivo per la Yuasa Battery che, dopo il colpo di Pordenone, cerca il bis stasera in terra lombarda alle 19 contro la Consoli Sferc Brescia, sesta forza del campionato con 33 punti all’attivo. Avversario ostico da sempre per Grotta: nei 9 precedenti, ben sette sono finiti in mano ai lombardi, nessun punto portato a casa da Brescia e le due sole vittorie sono le ultime due casalinghe. Squadra solida e di grande esperienza quella di coach Roberto Zambonardi che poggia sull’eterno Tiberti (43 anni) in regia, i centrali Candeli e Mijatovic, il libero Franzoni e la banda cubana Gavilan cui si sono aggiunti l’opposto olandese Klapwijk, Erati (centrale da Porto Viro) e Cominetti (da Bergamo). Da fine dicembre inoltre ecco un ulteriore pezzo da novanta dalla Superlega: il libero marchigiano Nicola Pesaresi, svincolato dalla Powervolley Milano. Non l’unico proveniente dalla Superlega nel corso della stagione in questa Serie A2, per un livello del terneo alzatosi notevolmente tanto da diventare sicuramente tra i più importanti e competitivi d’Europa. "Pesaresi è un giocatore che in A2 alzerebbe il livello di qualsiasi squadra – afferma il veterano e pari ruolo grottese Roberto Romiti - e il suo innesto fa capire che tipo di intenzioni possa avere Brescia da qui a fine torneo. Tecnicamente è un atleta capace di innalzare il loro livello di ricezione e difesa, dunque dovremo avere più pazienza se dovesse compiere qualche gesto tecnico di categoria superiore". Non un semplice pedina ma un autentico colpo di mercato che innalza ulteriormente il livello di difficoltà del match: "Brescia per noi è sempre stato un campo ostico – afferma coach Massimiliano Ortenzi alla vigilia – dove non siamo mai riusciti a portare a casa il risultato. Quest’anno abbiamo però già sfatato Cantù e Siena, dunque dovremo andare a Brescia con l’atteggiamento giusto e la voglia di far bene. Siamo consapevoli che troveremo una squadra che in casa batte molto bene e dà battaglia, dovremo essere disposti anche a soffrire ed essere sotto nel punteggio. Quando avremo le nostre occasioni, invece, dovremo essere bravi a sfruttarle". Incontro importante dunque e affidato al duo arbitrale composto dal trentino Anthony Giglio, che ha già diretto la Yuasa il 30 dicembre scorso a Cuneo, e dal ricercatore universitario potentino Emilio Sabia. Gara come sempre disponibile su Volleyball World Tv e saranno tanti in collegamento da Grotta senza dimenticare coloro che saranno presenti a Brescia.