Yuasa Battery, l’obiettivo è chiudere in testa

Difficile trasferta a Ravenna, a cinque giornate dal termine c’è da finire la regular season primi. Marchiani: "Partita dal tasso tecnico molto alto"

Yuasa Battery, l’obiettivo è chiudere in testa

Manuele Marchiani proprio nella gara di andata al Pala Grotta contro Ravenna subì l’infortunio al dito che lo ha tenuto lontano dal campo per circa un mese

Torna a viaggiare la Yuasa Battery Grottazzolina impegnata oggi alle 18 in casa di Ravenna per affrontare la temibile Consar. Ravenna rappresenta dunque un crocevia importante: la Consar è lanciatissima in ottica playoff, quarta piazza al momento, ma soprattutto mantenere il primato a cinque giornate dal termine è l’obiettivo dei marchigiani. Chiudere al comando la regular season permette di saltare il primo turno di playoff e di giocarsi le eventuali "belle" davanti al proprio pubblico. Nessun rilassamento è dunque concesso a Vecchi e compagni anche perché Ravenna in casa è in grado di tenere un livello di gioco altissimo, a volte quasi ingiocabile per gli avversari. Il decano della panchina Marco Bonitta ha a disposizione un organico molto giovane e promettente, su cui spicca il talento cristallino dei 2004 Bovolenta (opposto), Orioli (schiacciatore) e Mancini (regista). In mezzo alla rete ecco l’espertissimo centrale Mengozzi (ex Sir Perugia), con l’ex di turno Bartolucci compagno di reparto. In seconda linea il lavoro maggiore spetta ad uno dei migliori iliberi in categoria, ovvero Goi mentre a completare la formazione di partenza uno tra Falardeau (canadese) e Benavidez (argentino ma di passaporto portoghese). "Come all’andata sarà una partita dal tasso tecnico molto alto – racconta Manuele Marchiani, che proprio nella gara di andata al Pala Grotta subì l’infortunio al dito che lo ha tenuto lontano dal campo per circa un mese – perché la Consar ha dei giovani molto interessanti che si stanno forgiando in questo campionato di A2, alcuni probabilmente già pronti per la Superlega. Cercheremo di sfruttare i loro punti deboli ma sarà sicuramente un gran bel match".

Ad inquadrare ulteriormente la sfida il vice coach Mattia Minnoni: "La partita che ci aspetta sarà molto complicata, sfrutteranno il fattore campo e in casa battono molto meglio. Sono fisici e forti a muro, è una squadra costruita molto bene, con giovani talentuosissimi affiancati da atleti esperti con alle spalle tanti anni di categoria superiore. Dovremo cercare di limitare il loro gioco e l’entusiasmo tipico dei giovani". Gara affidata al duo arbitrale composto dai torinesi Giuliano Venturi e Rachele Pristerà. Si prepara intanto la trasferta del cuore del tifo grottese: la squadra sarà seguita da una folta rappresentanza di tifosi, con gli ultimi posti ancora disponibili per aggregarsi alla trasferta in pullman con partenza alle 13.30 di oggi da Grottazzolina.