Cocaina e hashish in casa, coniugi finiscono in manette

Entrambi sono stati condannati a nove mesi di reclusione.

Cocaina e hashish in casa, coniugi  finiscono in manette

Entrambi sono stati condannati a nove mesi di reclusione.

Sono stati trovati in possesso di droga, i due coniugi arrestati la sera di Pasqua dai carabinieri della Stazione di Mesola. A finire nei guai, un pregiudicato di 44 anni di origine nordafricana e una quarantenne incensurata del posto. Domenica sera, mentre erano impegnati in un servizio antidroga, i militari hanno notato la coppia a bordo di un’auto. L’atteggiamento sospetto dei due ha spinto i carabinieri ad effettuare un controllo e da lì hanno scoperto che erano in possesso di alcune dosi di droga. A fronte di ciò, i carabinieri hanno deciso di perquisire anche la casa della coppia, dove hanno trovato altri stupefacenti: complessivamente dieci grammi di cocaina e otto di hashish, tutto l’occorrente per il confezionamento, oltre che un centinaio di euro in contanti, ritenuti il provento dell’attività di spaccio. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, era stato arrestato, sempre dalla Stazione di Mesola, a febbraio: ai tempi aveva opposto resistenza ai militari per non farli entrare nella sua abitazione (la stessa perquisita domenica), dove nascondeva droga e contanti. Per tali fatti era stato condannato dal Tribunale di Ferrara alla pena di 8 mesi di reclusione e 1.200 euro di multa, ma successivamente rimesso in libertà. I due coniugi, come detto, sono stati arrestati per detenzione di droga a fini di spaccio. Ieri mattina, in Tribunale a Ferrara, il giudice ha condannato la donna a 9 mesi di reclusione e 1.000 euro di multa, con la sospensione condizionale della pena; il compagno, invece, è stato condannato alla pena di un anno, 9 mesi e 10 giorni di reclusione, oltre ad una multa di 2.266 euro.

Valerio Franzoni