Dalla chiesa corteo in preghiera: "Ucraina, la nostra amata terra. Ricorre un triste anniversario"

La comunità marcia per le vie della città fino a ritrovarsi con le bandiere in piazza Trento Trieste. All’iniziativa anche Padre Vasyl: "Ricordiamo chi ancora oggi soffre. La guerra è sempre sbagliata".

Dalla chiesa corteo in preghiera: "Ucraina, la nostra amata terra. Ricorre un triste anniversario"

Dalla chiesa corteo in preghiera: "Ucraina, la nostra amata terra. Ricorre un triste anniversario"

Tutti uniti in piazza per ricordare i due anni di guerra in Ucraina e dire basta al conflitto. Ieri pomeriggio, secondo anniversario dell’invasione russa in Ucraina, si è tenuta la camminata-manifestazione di pace, organizzata dalla comunità ucraina.

Ritrovo, dopo le 16, nella chiesa di via Cosmè Tura 29, dove si è tenuta una messa. Poi il lungo corteo è proseguito per alcune vie del centro da un tratto di via Cavour, passaggio dall’acquedotto monumentale, via Garibaldi, piazza Municipale e l’arrivo in piazza Trento Trieste. Si è trattato di un momento per non dimenticare quanto sta accadendo dal 24 febbraio 2022 in Ucraina, dopo l’invasione dell’esercito russo. Nel corteo un centinaio di cittadini ucraini, che vivono a Ferrara. Una lunga bandiera blu e gialla sorretta dai manifestanti, molte le donne presenti, così come giovani, famiglie intere. Diversi i cartelli ‘stop war’. "Ci sono state molte persone che hanno aderito al nostro appello a partecipare – spiegano i promotori – tutti hanno voluto testimoniare la propria vicinanza al popolo ucraino. Cogliamo l’occasione per ringraziare i cittadini di Ferrara e tutta l’Italia per il supporto al nostro popolo, la loro solidarietà e generosità. Grazie di cuore per essere con noi e con la nostra amata Ucraina". Nel corteo e in piazza Trento Trieste diverse le bandiere Ucraine. Palloncini e bandierine, foulard con la bandiera dell’Ucraina. Un triste secondo anniversario della guerra, che i cittadini ucraini hanno voluto ricordare con una marcia tutti uniti, sia con momenti di preghiera. C’è stato anche qualche intervento dei presenti. Forte la richiesta di unione e sostegno per la martoriata Ucraina. La camminata è stata preceduta da una funzione religiosa celebrata nella chiesa ‘Santa Maria dei Servi’ in via Cosmè Tura da Padre Vasyl Verbitskyy, il quale ha poi partecipato anch’esso all’iniziativa fino all’arrivo in piazza. "È stata – le sue parole – una camminata per ricordare questo triste anniversario della guerra in Ucraina. Si è trattato di un momento di riflessione e preghiera per ricordare chi ancora oggi soffre nella nostra amata terra dell’Ucraina. La guerra – ha proseguito Padre Vasyl – è sempre sbagliata, non possiamo che ringraziare tutti i cittadini di Ferrara per la vicinanza che hanno mostrato al popolo ucraino in questi due anni".