Dalla parte degli animali: "Più di cento interventi"

Polizia locale dell’Alto Ferrarese, il bilancio di un anno di attività . Il comandante Ansaloni: "La maggior parte riguarda le difficoltà di gestione".

Dalla parte degli animali: "Più di cento interventi"
Dalla parte degli animali: "Più di cento interventi"

ALTO FERRARESE

Obiettivo il benessere degli animali. Le segnalazioni dei cittadini sono preziose per le verifiche e gli interventi. Bondeno, Terre del Reno, Poggio Renatico e presto anche Vigarano entrato da un anno nell’associazione intercomunale, hanno uniformato sui loro territori i regolamenti. Gli interventi degli agenti della polizia locale dell’Alto Ferrarese, che a livello intercomunale hanno stipulato una convenzione con Oipa, permette così verifiche, controlli e tante volte interventi di prevenzione e operativi, affinchè l’animale ritrovi il benessere nella propria casa, con ad esempio, l’indicazione ai proprietari di creare protezioni dal sole, di toglierlo da spazi angusti, di garantire ripari, cucce, protezione, l’alimentazione e la sicurezza sanitaria. Dopo i controlli, se questo non avviene, scatta la sanzione amministrativa. Un impegno comune sul territorio. In un anno gli agenti hanno dedicato 100 ore in questa missione. "In un anno abbiamo raccolto 116 segnalazioni relative agli animali – spiega il comandante del Corpo intercomunale Stefano Ansaloni scorrendo i dati - di cui 81 riguardavano animali con problemi legati alla loro gestione e 35 erano relative agli animali vaganti che, a volte, sono solo smarriti e attraverso la lettura del microchip riusciamo a risalire al proprietario riconsegnandolo alla famiglia che lo stava cercando". Da qui una considerazione: "Gli abbandoni sarebbero drasticamente ridotti, anzi sarebbero a zero, se tutti mettessero il microchip – sottolinea Ansaloni -. Se ci fosse il senso civico di iscrivere ogni cane all’ anagrafe sarebbe un bene per tutti". C’è una convenzione, sottoscritta dai comuni con Oipa, l’Organizzazione internazionale protezione animali, che sui comuni dell’Alto Ferrarese sta dando risultati importanti. "A livello di polizia locale intercomunale, nel 2023, abbiamo stipulato con Oipa una convenzione che ci aiuta a gestire i casi di maltrattamento degli animali – spiega Ansaloni -. E’ deputata a verificare le segnalazioni dei cittadini. Va dal combattimento tra animali, alle privazioni delle condizioni minime, al cane che è costretto su un balcone. Ci aiuta nell’ interlocuire con i cittadini e arrivare a delle soluzioni. Oipa inoltre ha la capacità di educare. Possono emettere sanzioni che la polizia locale cura, spesso facciamo insieme i sopralluoghi e le verifiche. Se un cane è al sole, alla pioggia, al vento ad esempio, dalla segnalazione si passa all’avvertimento e a volte funziona per arrivare al benessere degli animali". Spesso sono i cittadini a fare segnalazioni in merito ad esempio all’aggressività di un cane, a recinzioni che non sono abbastanza alte per garantire la sicurezza di chi passa sulla strada.

Claudia Fortini