"In 100 sanno usare il defibrillatore"

A Codigoro corsi di primo soccorso e uso defibrillatore per cittadini grazie a Comune e associazione. Formazione salvavita per essere pronti in caso di emergenza.

"In 100 sanno usare il defibrillatore"

A Codigoro corsi di primo soccorso e uso defibrillatore per cittadini grazie a Comune e associazione. Formazione salvavita per essere pronti in caso di emergenza.

Sono già quasi un centinaio le persone, donne e uomini, giovani meno giovani, che grazie alla proposività del comune di Codigoro in maniera sinergica con l’associazione Pubblica Assistenza Ferrarese, sono in grado di prestare un primo soccorso ad una persona che ha subito un trauma, ma soprattutto capaci di usare correttamente un defibrillatore.

Le persone che hanno sostenuto il corso, vengono dotate di un certificato, rilasciato dal centro di formazione regionale Anpas, ma sopratutto se vorranno, col numero identificativo del certificato, potranno essere inserite in un programma regionale che consente, attraverso l’App Dae Responder di conoscere dove sono collocati i defribrillatori ed anche l’orario in cui utilizzarli ovvero se disponibili sempre oppure all’interno di strutture e quindi solo negli orari di apertura di queste. Oltretutto, una volta accreditati, potranno essere contatti, poiché risultano essere il possessore di conoscenze idonee più vicina all’uso del defribillatore ed alla persona da soccorrere in attesa del 118. "Crediamo molto nel farci promotori della sicurezza - spiega il sindaco di Codigoro, Alice Zanardi - e il primo corso era riservato a persone che appartengono ad associazioni di volontariato o che orbitano nella piazza dove è installato un defibrillatore sempre disponibile. Poi ne abbiamo voluto fare altri ed estenderli a tutti coloro che vendendo una persona traumatizzata sentono dentro di sé quel senso di altruismo che li porta a soccorrerla. Corsi aperti a tutti i cittadini della provincia e che appena possibile continueremo a proporre".

Il corso è stato tenuto da Riccardo Zoccante, autista, soccorritore e formatore assieme al volontario Luigi Bertelli. Zoccante proprio per l’esperienza e la professionalità espresse ha calamitato l’attenzione dei presenti, proponendo molti spunti di operatività in caso di soccorso, spiegando molto bene le diverse situazioni nelle quali possono trovarsi i partecipanti al corso. Entrambi hanno poi sottoposto i corsisti alla prova di massaggio cardiaco, su un manichino apposito, il corretto uso del defibrillatore e la gestione delle persone nei pressi, fino all’arrivo dei sanitari del 118. Si tratta quindi di un corso salvavita.

cla. casta.