Incendio al Petrolchimico. Ma è solo una simulazione

I vigili del fuoco del sito celebrano Santa Barbara con una prova di intervento. Schiavina (Ifm): "Efficienza e professionalità sono le cifre del nostro reparto".

Incendio al Petrolchimico. Ma è solo una simulazione
Incendio al Petrolchimico. Ma è solo una simulazione

Il fuoco. Le bombole del gas. Sotto la pioggia gli uomini di Santa Barbara, all’interno del Petrolchimico, non si fermano. Se l’efficienza si misura in millesimi di secondo, i pompieri di Ifm che operano all’interno dello stabilimento industriale, possono vantare un primato assoluto. L’incendio delle bombole è simulato, la rapidità dell’intervento invece è reale. A prova di qualsiasi evenienza. L’hanno celebrata così, la loro patrona, intonando il loro inno, i 36 Vigili del Fuoco del Petrolchimico ieri mattina. E, alla fine dell’intervento, suonava Mameli mentre dalla torre calava il tricolore. A organizzare la manifestazione che ha visto la partecipazione, tra gli altri, del presidente del Consiglio Comunale, Lorenzo Poltronieri e del segretario comunale del Pd, Alessandro Talmelli, è stato l’amministratore delegato di Ifm (l’azienda consortile di servizi dello stabilimento produttivo), Paolo Schiavina. "Il nostro reparto di vigili del fuoco – spiega Schiavina – fa della professionalità e dell’efficienza le sue cifre peculiari. Peraltro, la stragrande maggioranza degli operatori provengono dai distaccamenti dei volontari di Copparo e Bondeno. Negli anni, si sono tutti specializzati in particolare nelle operazioni antincendio con rischio chimico elevato". La sicurezza dello stabilimento e dei cittadini, prima di tutto. "Grazie alla grande esperienza maturata in questi anni – prosegue Schiavina – supportata anche da oltre dieci simulazioni di interventi nel Petrolchimico, nel corso di quest’anno non si sono verificate reali emergenze per la popolazione e per l’intero complesso industriale estense".