"Insulti al Sap". Chef Rubio, udienza in aprile

Chef Rubio sarà processato l'8 aprile per un post ritenuto offensivo nei confronti della Polizia di Stato e del SAP. Il sindacato si è costituito parte civile per tutelare l'onore dei propri aderenti. Il Tribunale di Velletri ha stabilito l'udienza dibattimentale.

"Insulti al Sap". Chef Rubio, udienza in aprile
"Insulti al Sap". Chef Rubio, udienza in aprile

Gabriele Rubini, in arte Chef Rubio, sarà processato l’8 aprile dal tribunale di Velletri per un post ritenuto offensivo nei confronti della polizia di Stato e del Sap, sindacato autonomo di polizia, pubblicato nel 2020. Nei mesi scorsi il sindacato, rappresentato dall’avvocato Valter Biscotti, è stato ammesso come parte civile nel processo e il tribunale di Velletri ha stabilito che l’udienza dibattimentale si svolgerà tra poco più di quattro mesi. "Il Sap si è costituito parte civile per tutelare il proprio onore e quello dei propri aderenti, che tutti i giorni sono impegnati per garantire la sicurezza del Paese" ha affermato il segretario generale del Sap, Stefano Paoloni. Il 23 settembre 2020 chef Rubio pubblicò sulla sua pagina Twitter un post sulla polizia, chiamando esplicitamente in causa il Sap. Citando il Comune di Ferrara, la polizia di Stato e il sindacato aveva scritto le seguenti frasi relative al luogo in cui morì Federico Aldrovandi: "Caro Comune di Ferrara, anche se avete messo l’installazione ‘la Monnezza’ proprio a denunciare che chi uccise un ragazzino inerme furono 4 maiali della @Poliziadistato di Ferrara (@sindacato_Sap ancora in servizio) potreste far spostare i cassonetti? Grazie #AldroVive #Ovunque". Il tweet spinse il sindacato a presentare un esposto alla procura di Ferrara. Il Tribunale estense declinò però la propria competenza in favore del tribunale di Velletri, dove la prima udienza si è tenuta lo scorso 23 ottobre.