Joe cerca l’antidoto per risollevare la Spal

La dura strigliata di Tacopina a squadra e staff ai quali poi ha rinnovato la fiducia. Il punto con Fusco per il prossimo mercato

Joe cerca l’antidoto per risollevare la Spal

Joe cerca l’antidoto per risollevare la Spal

Joe Tacopina striglia la squadra, esprimendo tutta la propria delusione per il rendimento assolutamente negativo e al di sotto di ogni aspettativa dei biancazzurri. Quando il presidente aveva lasciato Ferrara circa due mesi e mezzo fa per rientrare negli Stati Uniti la squadra era guidata da Di Carlo e non brillava neanche un po’, ma di certo non avrebbe mai immaginato di ritrovarla in piena zona playout. Quello che è accaduto negli ultimi mesi è difficile da spiegare, ma prima di fare processi è necessario trovare una soluzione per riportare la Spal fuori dalle sabbie mobili. Da quando è arrivato in città all’inizio della settimana, Tacopina ha effettuato una serie di riunioni con dirigenti, dipendenti e staff per capire cosa sta succedendo. Oltre ai colloqui col direttore tecnico Fusco, l’incontro con Antenucci e compagni naturalmente è stato quello più denso di significato. Come detto, Joe ha manifestato tutto il proprio malumore per i risultati che non arrivano, sottolineando quanto la proprietà ha investito per allestire la rosa nel corso dell’estate. Nonostante la rabbia per la crisi che sta investendo la Spal, Tacopina ha comunque rinnovato la fiducia al gruppo a disposizione di Colucci, e all’allenatore stesso. Il presidente è infatti ancora convinto che i biancazzurri abbiano i mezzi per riscattarsi e tornare in una posizione di classifica più consona al valore della squadra. Tra le corde toccate, spicca senza dubbio l’aspetto motivazionale, con la Spal che deve scendere in campo senza paura contro ogni avversario e deve sempre giocare consapevole delle proprie qualità.

Ieri il presidente ha assistito a una parte dell’amichevole tra Spal Primavera e San Paolo Under 20, disputata sul terreno del centro sportivo Gibì Fabbri (la selezione brasiliana si è imposta col punteggio di 2-4), poi in serata ha partecipato all’incontro con sponsor e partner al Teatro Comunale. Nei prossimi giorni sono previste altre riunioni con il management del club di via Copparo e diversi incontri collaterali, sia a Ferrara che fuori città. Tornando alla squadra di Colucci, è evidente che le tre partite che restano prima del giro di boa rappresentino un vero e proprio esame per i giocatori. La posizione degli atleti è inevitabilmente sotto osservazione, da parte dell’area tecnica e ora anche del presidente Tacopina che assieme al direttore Fusco concorderà le strategie di mercato per provare a rilanciare la Spal. Qualcuno arriverà a Ferrara (servirebbe una piccola rivoluzione) e inevitabilmente qualcun altro se ne andrà, del resto avanti così non si può andare e intervenire a gennaio è l’ultima mossa a disposizione della società biancazzurra per provare a limitare i danni.