L’associazione nazionale carabinieri ha una nuova ’casa’ in Comune

L'amministrazione ha siglato un accordo con l'Associazione Nazionale Carabinieri per la concessione di una nuova sede in Palazzo Municipale. Il vicesindaco ha sottolineato l'impegno per fornire un luogo adeguato per le attività dell'ANC. La nuova sede è stata visitata con soddisfazione da parte dei rappresentanti dell'associazione.

L’associazione nazionale carabinieri ha una nuova ’casa’ in Comune
L’associazione nazionale carabinieri ha una nuova ’casa’ in Comune

Da ex casa del custode a nuova sede per l’Associazione nazionale carabinieri. Nuova destinazione d’uso per i locali al primo piano di Palazzo municipale, che ora rientrano a disposizione dell’associazione per i prossimi 2 anni con possibilità di rinnovo per altri 2, come concordato da una convenzione sottoscritta con l’amministrazione. La firma che ha avviato l’accordo è stata siglata dal vicesindaco Nicola Lodi, dal comandante della Compagnia carabinieri Alberto Giletti, dal presidente dell’Anc Carmelo Vincenzo Perez e del consigliere Galileo Goretti. "L’Associazione rischiava di rimanere senza sede – ha sottolineato Lodi –. Con l’impegno di tutti abbiamo posto rimedio prima che la situazione degenerasse e che una realtà fondamentale come Anc rimanesse priva di un posto in cui condurre le proprie attività. Mi sono speso in prima persona per arrivare a consegnare entro Natale i locali nuovi e ci siamo riusciti. In ciò c’è tutta la stima e la gratitudine verso una realtà che tanto fa per la nostra città e il cui lavoro può continuare in ambienti di un pregio confacente al prestigio di Anc". Alla firma dell’accordo ha fatto seguito un tour della nuova sede, le cui finestre affacciano da un lato su piazza Municipale e dall’altro su piazza della Cattedrale. "Siamo soddisfatti – così Perez e Goretti –, la nostra mission è dimostrare e riportare alla cittadinanza i valori che ci contraddistinguono".