Polizia locale al lavoro di notte. Quarto turno, pronti a partire: "Contro le stragi del sabato sera"

C’è l’accordo per sperimentare il nuovo servizio. Sarà due turni a settimana, per lo più nel weekend. Obiettivo, garantire la sicurezza stradale, rilevare gli incidenti e prevenire i comportameti scorretti.

Polizia locale al lavoro di notte. Quarto turno, pronti a partire: "Contro le stragi del sabato sera"

Polizia locale al lavoro di notte. Quarto turno, pronti a partire: "Contro le stragi del sabato sera"

Polizia locale in servizio anche di notte. Un progetto, quello del quarto turno per gli agenti del comando di via Tassoni, sul quale la giunta lavora da tempo e che adesso sembra veramente a un passo dal realizzarsi. Ora, a qanto trapela da palazzo municipale, c’è anche un documento su cui basarsi. Un accordo, firmato dai rappresentanti del Comune e da quelli dei lavoratori, che mette nero su bianco le regole di ingaggio nell’ambito di questo servizio sperimentale. L’idea è chiara. Utilizzare la polizia locale non per coprire tutte le notti, ma soltanto alcune, con obiettivi mirati. In particolare l’ipotesi sarebbe quella di schierarla nei weekend, per contrastare le stragi del sabato sera. I ’berretti bianchi’ sarebbero quindi impegnati in una serie di attività di polizia stradale nel contesto urbano, rilevazione di incidenti e contrasto ai fenomeni della guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti. Insomma, per rendere più sicure la notti del divertimento, quelle che vedono il maggior numero di persone (spesso giovani) mettersi in strada.

Il quarto turno è anche però una questione di numeri. Occorre infatti la presenza di una pattuglia in servizio dall’una alle 7 composta da almeno tre unità e un ufficiale di riferimento. L’accordo fissa a massimo due i turni settimanali, preferibilmente sabato e domenica al netto di diverse esigenze. Il tutto, ovviamente, dietro adeguato compenso per chi deciderà di fare il turno di notte.

"Abbiamo già attivato la procedura chiedendo chi tra gli agenti fosse disponibile per fare il turno di notte – afferma il vicesindaco con delega alla sicurezza Nicola Lodi –. Abbiamo già registrato una certa risposta. Non appena avremo il numero sufficiente di agenti e ufficiali partiremo con la sperimentazione. Potrebbe trattarsi anche solo di qualche settimana prima di prendere il via". Quello del quarto turno, prosegue l’amministratore, "era l’ultimo dei miei obiettivi di mandato. Così andiamo a completare la riforma della polizia locale, dopo la realiazzione della nuova caserma e l’introduzione delle armi. In questo senso – chiude – fa sorridere il Pd che si è sempre battuto contro l’armamento della polizia locale ma insisteva sul quarto turno, senza sapere che per il servizio notturno l’armamento è necessario".