Saldi, partita la caccia all’affare: "Ma il vero significato si è spento"

Il nostro viaggio tra i negozianti, luci e ombre: "Con vendite promozionali tutto l’anno, non c’è più la corsa". Si va dal 20 a un massimo del 50% in meno. I clienti: "Acquistiamo cose utili ma con oculatezza".

Saldi, partita la caccia all’affare: "Ma il vero significato si è spento"

Saldi, partita la caccia all’affare: "Ma il vero significato si è spento"

Capi invernali, scarpe e la ricerca della migliore offerta. In città primo giorno di saldi con negozi allestiti per l’occasione, cartelli in vetrina, i prezzi esposti come da normativa vigente (prezzo precedente, sconto), una diminuzione che va da un minimo di 20 a un massimo del 50. Diversi i pareri dei negozianti. Lorena Poli di scarpe 8.0 in San Romano: "Siamo solo al primo giorno, qualche cliente è venuto per ricercare l’offerta migliore. Nel periodo natalizio abbiamo avuto alti e bassi. I saldi sono comunque un’opportunità anche per noi. Auspichiamo che possano andare nella giusta direzione". Nella stessa via c’è Black Cat, dove Elena Schiavina e Sabrina Bussolari spiegano: "La scontistica è differenziata secondo i prodotti che abbiamo, in generale contiamo che i clienti si concentrino sui capi invernali, visto il periodo, ma anche gli accessori alla moda sono richiesti. Una tendenza registrata anche nel periodo natalizio. Abbiamo una gestione di vendita online gestita da Alexandra, che ci permette una gestione più veloce". Nel negozio griffato Piero Guidi in Bersaglieri del Po Lorenza Bregna dice: "I saldi sono sempre un’opportunità anche per il consumatore, abbiamo avuto alcune richieste di vendite per le borse, alcuni clienti scelgono il prodotto dal sito e poi lo ordiniamo".

In corso Giovecca ecco Elisa B abbigliamento, dove Susanna Droghetti si sofferma su una valutazione generale: "Al primo giorno è sempre difficile fare bilanci, speriamo bene. Posso aggiungere che ormai i saldi e le offerte promozionali ci sono quasi tutto l’anno. Questo ha un po’ spento il vero significato dei saldi come avveniva anni fa". A breve distanza ecco Vanna calzature e borse, che di recente ha aperto un negozio a Ferrara, qui Manrica Longatti precisa come: "Si può dire che i saldi hanno un’indicazione di vendita più mirata. Nel periodo natalizio, si sono privilegiate le borse e gli accessori, mentre adesso stiamo vedendo che i clienti richiedono maggiormente le scarpe. Nel primo giorno di saldi ci sono stati già tanti clienti che apprezzano la qualità dei prodotti".

Un inizio saldi che ha spinto, quindi, i consumatori a ricercare l’occasione giusta come conferma una coppia di turisti siciliani, Roberto Figlioli e Giusy Struppa: "Abbiamo approfittato della nostra visita alla città, acquistando alcuni capi di abbigliamento e accessori che ci servivano". Un’altra coppia di turisti, Valentina e Giovanni, conferma la tendenza all’acquisto in saldo: "Visto che ci troviamo a Ferrara, abbiamo acquistato alcune cose utili". Chi ha approfitto per sé e per il marito, è una sorridente Francesca Zangirolami la quale, mostrando le borse degli acquisti, spiega: "Sono venuta appositamente oggi perché sapevo che iniziavano i saldi, mi sono concentrata su alcuni capi d’abbigliamento personali di cui avevo necessità e mi sono fatto il regalo di compleanno. Non solo, ho preso delle camicie per mio marito".

In sella alla propria bicicletta Filippo Pierfederici con la moglie Barbara e il figlio Ludovico: "Abbiamo voluto approfittare di questa prima giornata dei saldi, così facciamo acquisti per tutta la famiglia, principalmente abbigliamento. Ma sempre con attenzione alle occasioni e alle cose necessarie". Marco Mascellani e Alessia Pampolini con il proprio cane a spasso chiudono: "Aspettavamo i saldi, con l’occasione abbiamo acquistato dei pantaloni visti settimane fa, con un prezzo decisamente inferiore".