Scippi in pieno centro Straniero fermato alla stazione ferroviaria "È stato riconosciuto"

L’uomo, un marocchino, trovato dopo alcuni giorni grazie all’identikit che era stato fatto da una testimone e da una delle due vittime. Gli episodi accaduti tra sabato e lunedì nelle vie Goretti e San Romano. .

Scippi in pieno centro  Straniero fermato  alla stazione ferroviaria  "È stato riconosciuto"

Scippi in pieno centro Straniero fermato alla stazione ferroviaria "È stato riconosciuto"

di Cristina Rufini

È accusato di due scippi che avrebbe messo a segno tra sabato e lunedì scorsi in via Goretti e in via San Romano, ai danni di altrettante donne. L’uomo, un cittadino marocchino, è in stato di fermo di polizia dopo essere stato rintracciato dalle forze dell’ordine, alla stazione ferroviaria di Ferrara. Un uomo che corrisponde alla descrizione che una delle vittime in particolare aveva fatto e che è poi stato riconosciuto da lei stessa, e da una testimone dell’altro scippo. I carabinieri, gli hanno trovato addosso le cuffiette e un iphone rubati a una delle vittime. Per oggi è prevista la convalida del fermo in arresto da parte del giudice per le indagini preliminari. Riavvolgendo il nastro, sabato scorso in via Goretti – secondo quanto ricostruito fino a ora – ha avvicinato una donna in bicicletta e le ha strappato la borsetta, con dentro tutto quello che aveva all’interno. Per poi riuscire a darsela a gambe. Andato a buon fine il primo colpo, ha pensato bene di insistere. E così alla vigilia di Ferragosto, lunedì scorso, ha colpito ancora, ma questa volta in via San Romano. Qui però la vittima non lo ha visto, perché era appena scesa dalla bicicletta, quando lui da dietro si è avvicinato e le ha strappato di mano la borsa che la donna stava togliendo dal cestino portaoggetti. Un’azione fulminea che però non è passata inosservata a una testimone che si trovava poco distante e che ha annotato molti alcuni particolari fisici dell’uomo. Dettagli che sono risultati utili per identificarlo, qualche giorno dopo, vicino alla stazione ferroviaria, dove è stato fermato dai carabinieri perché gravemente indiziato di essere l’autore dei due scippi. Ma non solo.

Le indagini proseguono per capire se lo stesso uomo possa essere il responsabile anche di altri episodi simili che si sono consumati più o meno negli stessi giorni in città. O comunque se possa averci a che fare, considerando che nei casi ancora irrisolti, è stato raccontato che gli scippatori potevano essere due, in sella a uno scooter. Solo sabato scorso, stesso giorno di uno dei due colpi di cui è accusato il marocchino fermato, erano andati a segno due scippi con modalità talmente simili da fare pensare che dietro ci sia la medesima mano. Il primo in via Ragno, non lontano dall’incrocio con via San Romano. Nel mirino è finita una donna a cui è stata rubata la borsa. Poco dopo il copione si ripete in Borgo dei Leoni. Secondo quanto trapelato, un uomo stava scaricando la spesa sotto casa quando i malviventi in scooter gli si sono avvicinati e gli hanno strappato il borsello, per poi dileguarsi rapidamente. Un episodio analogo anche in via Leopardi.