Sicurezza e frazioni. Furti in casa e truffa,. Aguscello nel mirino: "Basta, siamo stanchi"

Lunedì sera il raid in una villetta, venerdì un raggiro in un’abitazione. Alcuni giorni fa altro episodio, stanze a soqquadro e cassaforte aperta. Indagini in corso, ma i residenti: "Allarmi e inferriate non servono". .

Sicurezza e frazioni. Furti in casa e truffa,. Aguscello nel mirino: "Basta, siamo stanchi"
Sicurezza e frazioni. Furti in casa e truffa,. Aguscello nel mirino: "Basta, siamo stanchi"

FERRARA

Un furto un paio di settimane fa, una truffa venerdì e un raid in una villetta l’altro ieri sera. Nel complesso potrebbero sembrare pochi e isolati episodi, ma per una piccola frazione come Aguscello sono anche troppi. È questo il sentimento di alcuni residenti del paese, che arrivano addirittura a dirsi "accerchiati" dai malviventi.

Ma andiamo con ordine. Il primo episodio si è verificato il 5 gennaio. I malviventi hanno tagliato le inferriate della finestra di una casa con un flessibile e, una volta dentro, hanno messo tutto a soqquadro fino a quando non hanno trovato e forzato la cassaforte. Un colpo da professionisti, condotto nel giro di una manciata di minuti con il favore del buio e della relativa tranquillità della zona nella ‘coda’ del periodo festivo. La tranquillità è durata pochi giorni. Venerdì mattina, altro episodio. Un giovane ben vestito e dalla parlantina sciolta si è presentato a casa di un abitante della frazione e, con una scusa, lo ha convinto a farlo entrare. Un errore che il padrone di casa ha pagato caro. Il malvivente è infatti riuscito a impossessarsi di due collanine d’oro per poi dileguarsi facendo perdere le proprie tracce. Sull’accaduto sta indagando la polizia di Stato. Gli investigatori della squadra mobile stanno raccogliendo tutti gli elementi utili per risalire all’identità del ragazzo, che sarebbe stato visto da diverse persone.

L’ultimo episodio in ordine di tempo risale a lunedì sera. I banditi hanno raggiunto il giardino di una villetta e hanno atteso il momento propizio per agire. A quel punto hanno divelto la finestra e, una volta entrati, hanno arraffato gioielli dai cassetti del bagno e della camera da letto. Su quest’ultimo caso sono in corso le indagini da parte dei carabinieri. Questi sono gli episodi più eclatanti avvenuti nell’arco di due settimane, ma stando agli abitanti di Aguscello si sarebbero verificati anche altri episodi simili (soprattutto furti in abitazione), ma forse ancora non oggetto di una formale denuncia. "Siamo stanchi – è lo sfogo di una residente –. Stiamo spendendo soldi per metterci in sicurezza con inferriate, allarme e telecamere private. Ma non basta. Si muovono con l’agilità di felini e superano ogni barriera".

Parole che testimoniano come furti in appartamento e raggiri siano ancora tra i reati maggiormente sofferti dai ferraresi. Il tutto nonostante i dati sull’andamento della criminalità riportino un netto calo. Stando ai numeri resi noti di recente dalla prefettura si parla di una diminuzione del 23,7% su base provinciale rispetto al 2019 (-18,2% con riferimento al capoluogo). In diminuzione anche le truffe agli anziani, scese del 30% rispetto a periodo pre Covid. Nonostante tutto, l’attenzione resta alta. I controlli ci sono, ma non basta. Come sostengono da tempo gli addetti ai lavori, un’arma decisiva per contrastare questi odiosi reati sarebbero le telecamere di sorveglianza, al momento ancora carenti sia nel capoluogo che nelle frazioni.

Federico Malavasi