"Sisma, proroga di un anno per l’uso del Superbonus"

Bondeno, Bargi (Lega) ha chiesto di dilazionare i termini per aiutare i privati. Baruffi: "C’è un accordo con le banche per arrivare fino alla fine del 2025".

"Sisma, proroga di un anno per l’uso del Superbonus"

I danni del terremoto a Bondeno nel 2012

In risposta al questione time in Regione di Stefano Bargi della Lega sul tema di prorogare i lavori nei Comuni del cratere del terremoto 2012 in caso di ritardi non dovuti ai cittadini, il sottosegretario Davide Baruffi ha sottolineato che "c’è un accordo tra il commissario e alcune banche per un proroga fino al 31 dicembre 2025 per l’uso del superbonus 110%". Questo in sintesi il tirisultato del dibattito in Consiglio regionale. A sollevare il problema, come detto, Bargi chiedendo di "prorogare i termini nell’avvio delle opere in quei Comuni in cui siano stati riscontrati ritardi dovuti a difficolta` tecniche non imputabili ai cittadini" nella ricostruzione post terremoto 2012. Bargi inoltre ricorda come molti cittadini "della zona del sisma hanno riscontrato numerosi ritardi nello stato avanzamento lavori, per motivi non sempre imputabili ai cittadini bensi` alle difficolta` tecniche nell’espletamento delle pratiche da parte dei privati o dei Comuni stessi". Cratere del sisma che vede ancora dentro Cento, Bondeno, Terre del Reno e Ferrara. "Grazie alla Lega, la Regione apre alla proroga dei termini per la ricostruzione nei Comuni nei quali si sono riscontrati ritardi non imputabili ai cittadini" dice soddisfatto il consigliere regionale della Lega, Stefano Bargi, parlando in Assemblea Legislativa, focalizzando sulla necessità di valutare l’attivazione di una proroga dei termini nell’avvio delle opere nei comuni colpiti dal sisma del 2012, dove si sono riscontrati ritardi non imputabili ai cittadini ma piuttosto a difficoltà tecniche. Bargi ha evidenziato i ritardi nello stato avanzamento lavori e comuni con pratiche ancora da evadere, chiedendo alla giunta regionale "se intendesse attivarsi per attuare una proroga dei termini nell’avvio delle opere, per coloro che non hanno ancora visto evase le proprie pratiche non per motivi ascrivibili ai privati, come l’aumento dei costi dei materiali e le lungaggini burocratiche". In risposta, l’Assessore alla Programmazione Territoriale Davide Baruffi, ha annunciato che "sarà effettivamente prevista una proroga, rispondendo alle sollecitazioni avanzate dalla Lega" e anticipato l’introduzione di strumenti per superare il tema del costo dei materiali e garantire una maggiore efficienza nella ricostruzione. "Abbiamo affrontato il tema con il commissario – conclude Baruffi – e alcune banche, arrivando a un’intesa che potrebbe essere formalizzata nei prossimi giorni: la data ultima sarebbe il 31 dicembre 2025 per l’uso del Superbonus al 110%"

Laura Guerra