Trattori in marcia contro l’Europa: "Un po’ Davide che sfida Golia"

La protesta fa riflettere la scuola di politica "La figura del piccolo che lotta contro il grande".

Trattori in marcia contro l’Europa: "Un po’ Davide  che sfida Golia"

«Coltiviamo l’Europa», il titolo del dibattito della scuola di politica

In queste ultime settimane la protesta dei trattori si è fatta sentire, forte, in tutta Italia e non solo. Per poter comprendere le ragioni degli agricoltori del nostro Paese, la Fondazione Zanotti ha organizzato – in collaborazione con Lab Ora – il primo appuntamento della sua scuola di politica.

"Coltiviamo l’Europa" è stata un’occasione di confronto con gli agricoltori del territorio. E’ intervenuto Piergiacomo Sibiano, candidato alle Elezioni Europee 2024. Come ha ricordato il giornalista di Tempi, Rodolfo Casadei, "le proposte degli agricoltori hanno creato dei disagi, eppure la reazione generale è stata di simpatia, di benevolenza". Il motivo? "L’agricoltore è il vero mediatore tra la natura e la cultura. È visto come qualcuno che fa qualcosa di buono per la società e incarna la figura del piccolo che lotta contro il grande, contro una visione artificiale del cibo e della terra". Ed è proprio questa visione miope ad essere al centro della polemica. Lo ha confermato uno dei tre agricoltori del territorio intervenuti nel corso della scuola di politica: "Ora siamo sovrastati dai regolamenti dell’Unione Europea. Così si finisce per ostacolare la cura nei confronti della nostra terra. Non è un frutto da spremere. Ha bisogno di rispetto". Tra l’altro, la grande affluenza a questo primo appuntamento della Scuola di Politica ha dimostrato il profondo legame che i cittadini vivono nei confronti dei propri agricoltori.

Anche Sergio Lenzi, ex presidente di Carife, ha condiviso la sua esperienza. "Bisogna correggere la rotta. Da queste occasioni nascono grandi possibilità di cambiamento e di ripartenza". Mauro Malaguti, deputato di Fratelli d’Italia e componente della Commissione Agricoltura alla Camera, ha fatto luce sull’unicità del nostro prodotto: "La nostra agricoltura è unica. Penso al cibo, ai prodotti locali. L’Unione Europea deve rispettare questa varietà". L’incontro “Coltiviamo l’Europa” ha ospitato Piergiacomo Sibiano, candidato alle Elezioni Europee 2024 per Fratelli d’Italia. "Vanno valorizzati gli interventi degli agricoltori e la loro richiesta di aiuto – ha sottolineato –. Le regole della politica devono partire dalla realtà e da chi vive nella realtà. Altrimenti è una fantastica astrazione".