Vm, Stellantis sui trenta esuberi: "Si tratta di uscite su base volontaria"

Cento, il sindaco Accorsi: "Attendiamo notizie certe dall’azienda e un piano industriale in tempi brevi"

Vm, Stellantis sui trenta esuberi: "Si tratta di uscite su base volontaria"

L’interno dello stabilimento Vm Motori di Cento

CENTO

Sull’accordo quadro nazionale che prevede per Vm un altro dimagrimento di 30 posti è la stessa Stellantis a sottolineare che si tratta di "un’uscita volontaria e cioè chi è interessato a lasciare lo stabilimento, ha questa sorta di uscita agevolata con incentivi". "Gli accordi in corso di realizzazione con le organizzazioni sindacali – spiega un portavoce di Stellantis -rientrano nel percorso dell’ accordo quadro che definisce le modalità di individuazione e i trattamenti economici per i lavoratori interessati alla risoluzione del proprio rapporto di lavoro, perché prossimi alla maturazione dei requisiti per un trattamento pensionistico o che intendono intraprendere nuovi percorsi professionali. Gli obiettivi delle intese, che si basano sull’ adesione dei lavoratori interessati, è quello di adeguare i livelli occupazionali ai cambiamenti dei processi aziendali proponendo ai lavoratori soluzioni condivise". E mette in evidenza la ‘rete di sicurezza’. "Tra i punti principali dell’intesa, oltre ai contributi economici aziendali previsti, da sottolineare l’iniziativa dell’Active Placement, cioè il supporto ai lavoratori interessati, con società specializzate, per accompagnarli nell’individuazioni di possibili nuove esperienze professionali secondo le specifiche esigenze, e quello della Rete di Sicurezza. Quest’ultima permetterà ai lavoratori, che ne faranno richiesta, di risolvere il rapporto di lavoro con l’Azienda, mettendo in "stand by" il proprio pacchetto economico previsto al momento dell’uscita, di poter optare per un rientro in Stellantis nel caso di non assunzione definitiva nella nuova realtà". Dalla Regione, intanto l’assessore allo sviluppo economico Vincenzo Colla fa sapere che "il 4 ci sarà il tavolo a Roma e sarà affrontato anche il tema VM e dopo quello nazionale fisseremo anche il tavolo regionale". E la voce del sindaco che riprende le preoccupazioni e le richieste dei sindacati. "Trovo corretto quanto sostengono i sindacati e attendiamo che venga convocato il nuovo tavolo regionale. Mi sono sentito con Colla e ne ravvisiamo la necessità perché effettivamente la proprietà aveva dato una prospettiva della quale, ad ora, non si hanno ancora informazioni – dice Edoardo Accorsi - Per noi rimane prioritaria la tutela del lavoro degli addetti dello stabilimento e, soprattutto, come sostenuto dall’azienda durante l’ultimo tavolo istituzionale, qualora dovesse esserci la possibilità di ingresso di un nuovo soggetto, che si sappia chi è e che presenti un piano industriale. Siamo in attesa e occorre che Stellantis ci dia informazioni chiare e e in fretta".

Laura Guerra