Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
13 giu 2022

Statale 67 da sistemare, spuntano i vecchi progetti

L’ex assessore provinciale Acerbi ha consegnato le carte al comitato

13 giu 2022
quinto cappelli
Cronaca
Un tratto pericoloso vicino al passo del Muraglione, al confine con la Toscana
Un tratto pericoloso vicino al passo del Muraglione, al confine con la Toscana
Un tratto pericoloso vicino al passo del Muraglione, al confine con la Toscana
Un tratto pericoloso vicino al passo del Muraglione, al confine con la Toscana
Un tratto pericoloso vicino al passo del Muraglione, al confine con la Toscana
Un tratto pericoloso vicino al passo del Muraglione, al confine con la Toscana

di Quinto Cappelli

Resta caldo il tema dell’ammodernamento della strada statale 67 del Muraglione, specialmente nel tratto da Dovadola ai confini con la Toscana. Prosegue, infatti, il lavoro del comitato civico SS67 (coordinato da Vincenzo Bongiorno, Alessandro Ferrini e Riccardo Ragazzini), che nei giorni scorsi ha organizzato a Forlì un incontro nella sede provinciale di Confedilizia.

Con una dettagliata relazione è intervenuto Ercole Acerbi, ex assessore provinciale e già presidente della To.Ro., la scomparsa società che aveva il compito di migliorare il collegamento viario tra la Toscana e la Romagna. All’incontro hanno partecipato Daniele Valbonesi, consigliere provinciale con deleghe alle infrastrutture e alla viabilità; Alberto Manni, ex assessore provinciale e già sindaco di Portico; per i comuni della vallata erano presenti Pier Luigi Lotti, sindaco di Rocca San Casciano, e Massimo Falciani vicesindaco di Dovadola. Acerbi ha inquadrato l’importanza dell’ammodernamento della SS67 nella storia della Romagna Toscana, fotografando i mutamenti demografici degli ultimi cent’anni. Un approfondimento storico è stato dedicato al cosiddetto ‘Cipresso di Garibaldi’, in località Casone di Dovadola, a circa 15 metri dal ciglio stradale. L’ex assessore provinciale ha illustrato e consegnato al Comitato la documentazione di progetto, rimasta sulla carta, riguardante le varianti degli abitati di Rocca e Dovadola, il progetto esecutivo per l’eliminazione della strettoia in località Casone e i lavori di completamento Rocca-Dovadola: alcuni di questi progetti erano già esecutivi. Concludono i rappresentanti del Comitato: "Questo materiale sarà utile per tornare a parlare al Tavolo di lavoro con Anas, Regione, Provincia e Comuni di Forlì e della vallata del Montrone".

Nei giorni scorsi, intanto, il consigliere regionale della Lega Massimiliano Pompignoli ha chiesto proprio alla giunta regionale presieduta da Stefano Bonaccini, "quando intenda attuare l’impegno assunto in Assemblea legislativa dal sottosegretario Baruffi, in data 22 dicembre 2021, per aprire il Tavolo di confronto con istituzioni, sindaci e autorità locali sull’ammodernamento della SS67 nel tratto appenninico Forlì-Firenze: Dovadola, Rocca San Casciano e Portico e San Benedetto".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?