Eventi all’autodromo. Civ, ora c’è anche la data. A Imola l’ultima tappa, si correrà a fine settembre

Il 28 e il 29, sarà l’unico appuntamento dedicato alle due ruote della stagione. Resta un grande punto interrogativo sui concerti estivi. Trattative in corso.

Eventi all’autodromo. Civ, ora c’è anche la data. A Imola l’ultima tappa,     si correrà a fine settembre

Eventi all’autodromo. Civ, ora c’è anche la data. A Imola l’ultima tappa, si correrà a fine settembre

Ora c’è anche la data: il Civ (Campionato italiano velocità moto) tornerà in Autodromo il 28 e 29 settembre 2024. Si tratterà, come quest’anno, del round conclusivo della manifestazione che, come da intese siglate soltanto pochi giorni fa, farà poi di nuovo tappa in riva al Santerno per (almeno) ulteriori due stagioni. E dunque fino al 2026.

Per quanto riguarda il prossimo anno, la tappa imolese sarà la sesta (e come detto ultima) di un campionato che partirà il 6-7 aprile da Misano, per poi spostarsi a Vallelunga il 25 e 26 maggio e al Mugello il 22-23 giugno. Il Civ ripartirà poi il 3-4 agosto sempre da Misano per la ‘Racing night’, per tornare di nuovo al Mugello il 31 agosto-1 settembre e concludersi appunto a Imola.

Quello con il Civ è destinato a essere l’unico appuntamento del 2024 riservato alle due ruote. Come ormai ampiamente noto, la prossima stagione dell’Enzo e Dino Ferrari, orfana della Superbike dopo un solo anno dal ritorno delle moto derivate dalla serie, sarà tutta appannaggio delle auto. Si parte con il Wec - World endurance championship dal 19 al 21 aprile: una gara assolutamente imperdibile, non solo per il rinnovato duello tra Toyota e Ferrari, con la Casa di Maranello che, alla stagione di esordio nel Wec, è stata capace di battere il colosso giapponese nella mitica 24 Ore di Le Mans; ma anche l’approdo di nuove prestigiose scuderie come Lamborghini, BMW e Isotta Fraschini. Possibile, tra l’altro, un debutto di Valentino Rossi (nella nuova veste di pilota di auto) in questo campionato. Dal 17 al 19 maggio c’è poi l’appuntamento più atteso, quello con il Gp di Formula 1, per il quale nelle prossime settimane comincerà la vendita dei biglietti. In mezzo, le celebrazioni per il trentesimo anniversario della morte di Roland Ratzenberger e Ayrton Senna (30 aprile – 1° maggio).

Il 5-7 luglio ci sarà invece l’atteso ritorno della European Le Mans Series, che vedrà in pista vetture prototipo LMP2 e Gran Turismo GT3, con l’organizzazione curata da Le Mans Endurance Management. Ciliegiona sulla torta, un altro gradito déjà-vu: le Finali Mondiali Ferrari (16-20 ottobre). In quell’occasione, i riflettori saranno puntati sulle finali mondiali del Ferrari Challenge, che vedrà scendere in pista i migliori piloti dei quattro campionati di zona (Europe, Japan, North America e United Kingdom) in cui è articolato il prestigioso monomarca, che gareggeranno al volante delle Ferrari 296 Challenge, la vettura che a partire dalla stagione 2024 diventerà il modello protagonista del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli.

Resta un grande punto interrogativo, quello dei concerti estivi, che tra l’altro erano stati i grandi assenti dal calendario 2023. Le trattative con i promoter sono avviate da tempo.