"A fine mese la costa sarà protetta"

L’assessore Isidori fa il punto sul posizionamento dei sacchi di sabbia: "Lavori indispensabili, poi le scogliere"

"A fine mese la costa sarà protetta"
"A fine mese la costa sarà protetta"

"Entro gennaio saranno conclusi i lavori per il posizionamento dei sacchi di sabbia che difenderanno dalle mareggiate le case e gli chalet, situati lungo la zona sud di Porto Potenza. Inoltre, va avanti il discorso delle scogliere da realizzare al confine con Civitanova, tant’è che nei prossimi mesi avremo pronto il cronoprogramma". L’assessore ai Lavori pubblici e all’Urbanistica, Luisa Isidori, traccia il suo resoconto riguardo agli interventi avviati per la difesa della costa, a Porto Potenza. Infatti, da novembre, è stato avviata la posa di alcuni sacchi di sabbia (in geotessuto) per proteggere il litorale sud.

"I lavori erano indispensabile dopo le ultime mareggiate – afferma la Isidori –, perché parliamo di un tratto di spiaggia che non ha scogli e, anzi, ogni anno la situazione peggiora. Diverse sono state le abitazioni danneggiate, dove più volte è entrata l’acqua del mare, così come negli stabilimenti balneari là attorno. Mentre altri danni si sono registrati nei sottoservizi – osserva ancora –, soprattutto in quelli presenti sul lungomare. Perciò, nel tratto da Lido Bello fino allo chalet Mosquito, abbiamo iniziato da novembre con i lavori per installare i sacchi di sabbia, creando così una specie di barriera che regge l’urto del mare. Oltre a ciò – sottolinea di nuovo l’assessore Isidori -, va anche ricordato che in primavera avevamo eseguito il ripascimento del litorale sud ed erano stati scaricati circa 600 metri quadrati di sabbia. Entrambi i lavori sono stati svolti grazie a un finanziamento regionale, da 550mila euro".

Allo stesso tempo, però, si pensa pure all’intervento che prevede la realizzazione di diverse scogliere nel tratto tra Porto Potenza e Civitanova. Non a caso, la Regione ha stanziato undici milioni di euro per un progetto che vede come capofila il Comune di Civitanova. "Uno degli aspetti che dovremo approfondire è se, dopo il completamento degli scogli, i sacchi di sabbia potranno rimanere a difesa del litorale, oppure se sarà necessario toglierli – riprende l’assessore –. Intanto, la nostra intenzione è di procedere spediti con l’iter che riguarda i lavori delle scogliere. A breve seguiranno diversi incontri e nei prossimi mesi avremo di certo il cronoprogramma. Nel frattempo – conclude la Isidori –, posso dirmi soddisfatta perché oggi una prima risposta è stata data sia ai cittadini che abitano nel lungomare sud, sia agli operatori balneari".