"Altre risorse per potenziare le Polizie locali"

La Regione Marche ha stanziato 500.000 euro per dotare le Polizie locali di nuove apparecchiature. Il co-finanziamento regionale è pari all'80% delle spese sostenute fino a un massimo di 25mila euro. Le risorse verranno concesse in base a criteri di merito.

"Altre risorse  per potenziare  le Polizie locali"
"Altre risorse per potenziare le Polizie locali"

Oltre 500mila euro di risorse aggiuntive per dotare le Polizie locali di nuove apparecchiature. Ad annuncialo è stato l’assessore regionale Filippo Saltamartini e il bando sarà pubblicato a breve. "La Polizia locale, vista la sua vicinanza con il cittadino, da sempre svolge un ruolo fondamentale di monitoraggio e controllo della comunità, concorre a garantire la sicurezza pubblica - ha detto Saltamartini (nella foto) -. Per questo è strategico rafforzarne la dotazione: garantiamo maggiore sicurezza ai territori". Le risorse complessive, per 575mila euro, verranno così suddivise: 375mila euro a Comuni singoli o associati, con una popolazione residente inferiore a 10mila abitanti; 200mila euro a Province, Comuni singoli o associati, con più di 10mila abitanti. Le risorse messe a disposizione serviranno ad acquistare: automobili (o loro allestimenti), defibrillatori portatili, etilometri, strumentazioni fotografiche portatili facilmente occultabili, radio portatili e veicolari, sistemi di lettura targhe, di rilevazione elettronica di incidenti stradali con metodologie satellitari, dispositivi portatili per rilevamento di esplosivi e per il riconoscimento rapido di droghe, strumentazione portatile per l’analisi di falsi documentali. Il co-finanziamento regionale è pari all’80% delle spese sostenute fino a un massimo di 25mila euro. Le risorse saranno erogate per il 50% a titolo di anticipo, una volta stabilita la graduatoria di merito; il restante 50% a saldo, a seguito di rendicontazione. Diversi i parametri presi in considerazione per l’attribuzione del punteggio: estensione territoriale, funzioni associate di polizia locale, nuovi assunti, adesione a iniziative della Regione e adeguamento ai suoi dispositivi regolamentari. Le risorse verranno concesse partendo dalla prima posizione di ciascuna delle due distinte graduatorie, fino al completamento delle risorse.