Addio all’avvocato Armando Ciotti: "Nel suo studio ha formato tante generazioni di legali"

Ha dedicato la vita alla sua professione, aveva 83 anni. Il collega Alessandrini: "Colto, con uno spiccato senso morale". La consigliera Menghi: "Lascia un vuoto"

Armando Ciotti era uno dei decani dell’avvocatura maceratese, il funerale è stato fissato per domani alle 16 nella chiesa di San Giorgio
Armando Ciotti era uno dei decani dell’avvocatura maceratese, il funerale è stato fissato per domani alle 16 nella chiesa di San Giorgio

Macerata, 20 agosto 2023 – Cordoglio in città per la morte di Armando Ciotti, uno dei decani dell’avvocatura maceratese. Aveva 83 anni. Lascia la moglie, la professoressa Gabriella Almanza, e la figlia Maria Vittoria, anche lei avvocato.

Armando Ciotti proveniva da una famiglia di avvocati, il primo studio era stato fondato nel 1890, e alla professione aveva dedicato la vita. Allo studio in via Santa Maria della Porta, con il collega Giuseppe Domenella ne aveva aggiunto uno anche a Civitanova. Era stato inoltre presidente di commissione tributaria e per diversi mandati membro del consiglio dell’Ordine forense provinciale. "Colto, con uno spiccato senso morale, era un professionista valentissimo e nel suo studio ha formato generazioni di avvocati maceratesi" lo ricorda il collega Aldo Alessandrini, che con Ciotti ha condiviso anche le attività del Rotary club.

Purtroppo da qualche tempo la sua salute era peggiorata, fino all’altra notte, quando il cuore ha smesso di battere.

"Con Armando Ciotti se ne va un pezzo importante della mia vita – lo ha ricordato la consigliera regionale della Lega Anna Menghi su Facebook –. Avvocato di grande talento, mi accolse nel suo studio quando, da giovane laureata in giurisprudenza, mi apprestai a compiere il praticantato per l’esame forense. Riservato e con un profondo senso di giustizia, è stato vicino a me e alla mia famiglia nei momenti più importanti, divenendone un amico prezioso. La sua scomparsa lascia un vuoto che il tempo non potrà mai colmare. Mi stringo intorno ai suoi cari, abbracciandoli teneramente. Ci sono persone che sanno essere fondamentali nella tua esistenza, dandoti fiducia nei momenti in cui nessuno lo farebbe. Sono quelle presenze significative a cui riservi gratitudine e rispetto, nella consapevolezza di cosa abbiano fatto per renderti ciò che sei oggi. Armando Ciotti è stato questo per me. Un uomo giusto e generoso, che ha sempre voluto tendermi la mano, dimostrandomi quella fiducia che ho considerato preziosa, ogni giorno di questi tanti anni di vita pubblica".

La camera mortuaria è stata allestita all’obitorio dell’ospedale, il funerale è stato fissato per domani alle 16 nella chiesa di San Giorgio.