Atac regala alla Croce Verde due nuovi mezzi

Si tratta di una ambulanza e di un furgone per il trasporto di disabili. Un altro veicolo arriva grazie alle donazioni dei cittadini

Atac regala alla Croce Verde due nuovi mezzi
Atac regala alla Croce Verde due nuovi mezzi

di Lorena Cellini

Il ‘canto delle sirene’ della flotta della Croce Verde di Civitanova ha inondato piazza XX Settembre ieri pomeriggio e accompagnato la cerimonia di donazione di nuove ambulanze. Tre i mezzi che vanno a implementare la squadra del soccorso: un’ambulanza acquistata dalla Croce Verde con le donazioni dei cittadini, un’altra ambulanza e un furgone attrezzato per il trasporto di persone disabili acquistati con l’importante contributo di Atac, azienda comunale. Ieri il taglio del nastro con i tre mezzi parcheggiati sotto l’abete natalizio della piazza e, alle loro spalle, il veicolo storico, un’ambulanza messa in strada per la prima volta nel 1985, restaurata dal volontario e medaglia d’oro Albino Severini. E’ stato Cesare Bartolucci, ex presidente della Croce Verde, a fare da padrone di casa introducendo gli interventi del presidente della Regione Francesco Acquaroli, della senatrice Elena Leonardi, del sindaco Fabrizio Ciarapica, del presidente di Atac Massimo Belvederesi e della sottosegretaria all’Economia Laura Cecconi. Tra i presenti anche i comandanti dei carabinieri, Angelo Chientese, e della capitaneria di porto Chiara Bomcompagni. Bartolucci ha ripercorso la storia dell’Atac e della Croce Verde "due arzille ultracentenarie da sempre al servizio della comunità civitanovese". Ricordato il fotoreporter Ciro Lazzarini, scomparso di recente, e lo storico presidente della Croce Verde Vincenzo Berdini. Legando il passato al presente ha dato l’assist agli interventi di Acquaroli, "donare per i servizi sanitari è molto importante per la comunità", del sindaco Ciarapica, "questa donazione dimostra che Atac e amministrazione comunale lavorano per una comunità più solidale e a sostegno di chi ha bisogno", e di Belvederesi, "orgoglioso della scelta fatta dal nostro cda". Scambi di targhe ricordo tra amministratori comunali e il presidente della Croce Verde Roberto Tosi, poi la benedizione dei mezzi da parte di don Mario Colabianchi, l’esecuzione dell’Inno di Mameli ad opera della banda cittadina e alla fine l’accensione delle sirene e dei lampeggianti di tutte le ambulanze parcheggiate in piazza. "Una storia parallela tra Atac e Croce Verde – ha concluso Bartolucci – che questa cerimonia rafforza. La nostra gratitudine ad Atac per i doni e per tutto quello che ha operato nel tempo con grande disponibilità in favore del nostro ente morale che ha fatto del volontariato una missione".