Campus per 150 ragazzi disabili a villa Ciccolini

Il 9° Campus Giovani Disabili organizzato dall'Ordine di Malta a Macerata nella Villa Ciccolini al Boschetto a Sforzacosta è iniziato. 150 ragazzi da tutta Italia, assistenti, personale medico e di servizio, si uniscono per offrire amicizia, spensieratezza e preghiera.

Campus per 150 ragazzi disabili a villa Ciccolini
Campus per 150 ragazzi disabili a villa Ciccolini

È in corso da alcuni giorni a Macerata, nella villa Ciccolini al boschetto a Sforzacosta, il 9° campus giovani disabili organizzato dall’Ordine di Malta, al quale partecipano circa 150 fra ragazze e ragazzi da tutta Italia, assistenti, personale medico e di servizio, tutti giovani dai 18 ai 35 anni animati dallo spirito di solidarietà per concedere ai partecipanti alcuni giorni di amicizia, spensieratezza, preghiera. Ricordiamo che la villa al boschetto fu lasciata all’Ordine dall’ultimo suo proprietario, Teodoro Ciccolini, membro dell’Ordine, ed è la prima volta che ospita un evento così importante. Al suo interno sono state allestite, grazie all’impegno dei volontari e alla collaborazione delle due Delegazioni marchigiane dell’Ordine, tende da campo, cucine portatili, servizi. Il campo è stato aperto lunedì con la messa al campo presieduta dal cappellano capo del Gran Priorato di Roma mons. Andrea Ripa, e il saluto del presidente dell’ACISMOM, l’associazione italiana dei Cavalieri di Malta, Lorenzo Borghese. Mercoledì i giovani hanno partecipato in cattedrale a Macerata alla messa presieduta dal vescovo Nazzareno Marconi, presenti il Gran Commendatore dell’Ordine fra Emmanuel Rousseau e dell’incaricato del Gran Priorato di Roma fra Roberto Viazzo. Nel pomeriggio dopo un giro per le vie del centro, visita allo Sferisterio dove, accolti dall’assessora Cassetta, i ragazzi hanno assistito alle prove della “Lucia di Lammermoor”: per molti di loro una esperienza unica.