Cinque giorni di iniziative per promuovere la pace

Laboratori, racconti di rifugiati e tante altre attività da venerdì a martedì. Emergency dà appuntamento nella palazzina sud del Lido Cluana.

Cinque giorni di iniziative per promuovere la pace
Cinque giorni di iniziative per promuovere la pace

Racconti di rifugiati, laboratori sulla pace, libri, lezioni di yoga e feldenkrais. È quanto propone Emergency con ‘Messaggi di pace’, manifestazione patrocinata dal Comune e in programma da venerdì a martedì nella palazzina sud del Lido Cluana. "Vogliamo parlare di pace e raccogliere dei fondi per supportare le varie attività, in un momento in cui mondo è dominato dalle guerre" ha spiegato, nella conferenza di ieri del bar Alice, la volontaria civitanovese Elisabetta Giorgini, insieme ai colleghi Roberto Fontenla (coordinatore provinciale), Valerio Maroni e Doriana Lattanzi. Il primo appuntamento, ‘Quel che è giusto fare’, si terrà venerdì mattina (solo in questo caso alla scuola di via Regina Elena) con gli alunni, mentre alle 16 ci sarà l’introduzione allo yoga della docente Elisabetta Onori. Alle 21, spazio ai ‘Racconti di Migrazione’ a cura di Alessandro Fulimeni del Servizio Rifugiati Sai, dove saranno protagonisti dei giovani rifugiati con le loro storie. L’indomani, il laboratorio ‘Costruiamo la pace’, per bambini (ore 10), mentre alle 16 sarà la volta di ‘Attimi di pace’, un incontro introduttivo sull’Aikido con Angelo Nardi. Alle 17.30, invece, il professor Roberto Mancini presenterà il suo libro ‘La terra che verrà’, quindi, alle 21, ecco ‘La pace in versi’, con le letture delle poesie di Tareq Aljabr e di altri autori. Domenica, di nuovo il laboratorio ‘Costruiamo la pace’ e alle 16, il metodo Feldenkrais spiegato dalla docente Elisabetta Giorgini, mentre alle 17.30 Michela Paschetto, clinical director di Emergency, e Roberto Maccaroni, infermiere a bordo della ‘Life support’, testimonieranno l’attività della stessa imbarcazione impegnata nelle missioni umanitarie nel Mediterraneo.

Nella mattinata di lunedì, ancora un dialogo con i piccoli della scuola di via Regina Elena, mentre in serata (alle 21) ci sarà l’incontro-racconto sui progetti di Emergency con Mario Spallino, un viaggio a Karthoum, in Sudan, dove l’associazione ha aperto l’unico ospedale di cardiochirurgia totalmente gratuito. L’ultima iniziativa, alle 17.30 di martedì, sarà la presentazione del libro ‘Una persona alla volta’ di Gino Strada da parte dei volontari maceratesi. Durante le giornate si assisterà anche ad una mostra fotografica e all’esposizione dei quadri dell’artista Guido Bianco, mentre gli utenti avranno a disposizione due visori di realtà virtuale per "assistere" alle operazioni di salvataggio.