Coltellate in strada dopo la lite tra coinquiline

Una donna di 48 anni è finita al Pronto soccorso dopo essere stata ferita alla schiena. Portata in caserma la responsabile fuggita in monopattino.

Coltellate in strada dopo la lite tra coinquiline

Soccorritori in azione (Foto d’archivio)

Una 48enne brasiliana avrebbe avuto un acceso battibecco con la sua coinquilina, scoppiato appunto per dei dissapori domestici, fino a quando è stata raggiunta da una coltellata, inferta sulla sua schiena. L’altra sarebbe scappata via subito dopo sopra a un monopattino elettrico, prima di essere rintracciata dai carabinieri che ora valuteranno quali provvedimenti prendere nei suoi confronti. Mentre la sudamericana è stata soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata in codice rosso all’ospedale di Civitanova, ma non sarebbe in pericolo di vita. Questo l’episodio di sangue che si è consumato nel primo pomeriggio di ieri, a Porto Recanati.

L’allarme è stato lanciato attorno alle 15.20, nella zona tra piazza delle Vele e l’ex capannone Nervi. Stando a una prima ricostruzione, la 48enne si trovava da quelle parti finché avrebbe litigato con un’altra donna. Ma a un certo punto è stata colpita dal fendente di una lama, all’altezza della schiena, poco sotto le scapole. Quindi sono stati chiamati i soccorsi del 118, giunti sul posto con l’ambulanza della Croce Gialla da Recanati e quella medicalizzata da Recanati, oltre ai carabinieri della caserma di Porto Recanati. La 48enne, che aveva perso un po’ di sangue ma è sempre rimasta cosciente, avrebbe poi riferito ai suoi soccorritori di esser stata aggredita con un coltello da una donna italiana, che vive da qualche tempo con lei in un appartamento situato a Porto Recanati. Perciò, la brasiliana è stata caricata e condotta al Pronto soccorso di Civitanova, per tutti gli accertamenti del caso. Mentre in zona sono arrivate altre pattuglie dei militari della Compagnia di Civitanova, insieme agli agenti della polizia locale, per avviare le ricerche e rintracciare la donna italiana. E da quanto trapela, lei sarebbe stata ritrovata in città a poca distanza di tempo, già nel pomeriggio. E da lì è stata portata in caserma per fare luce sulla vicenda, adesso al vaglio dei carabinieri, e fornire le propria versione dei fatti.