Commosso addio a Zucconi

Il magistrato aveva 96 anni. Sarà sepolto a Camerino. dove è nato e cresciuto.

Commosso addio  a Zucconi
Commosso addio a Zucconi

Profondo cordoglio ha suscitato la notizia della morte di Ferdinando Zucconi Galli Fonseca, ex presidente emerito della Corte di Cassazione, nato e cresciuto a Camerino. Aveva 96 anni. Dopo aver vinto da giovanissimo il concorso in magistratura, aveva vissuto in Alto Adige, a Cortina d’Ampezzo, a Mogadiscio nel 1968, nominato consigliere giuridico dal presidente della Somalia, e poi a Venezia e a Roma. Dal 1985 è stato procuratore generale della Corte di Cassazione, poi primo presidente e infine, dal 2022, presidente emerito, la massima carica possibile per la magistratura. Pur vivendo e lavorando sempre fuori dalle Marche, era rimasto sempre molto legato a Camerino, dove tornava periodicamente nella casa di famiglia. Da quando purtroppo il terremoto del 2016 aveva lesionato l’edificio, si era trasferito a Pianello, in provincia di Piacenza, dove vivono la figlia Giovanna, giornalista, e il genero Michele Serra. Lascia anche il fratello, Corrado, con il quale aveva condiviso la battaglia per salvare il tribunale di Camerino, l’altro figlio Federico, e i nipoti, tra i quali Tommaso Claudi, che da console a Kabul, 31enne, fu tra gli ultimi diplomatici a rimanere in Afghanistan durante le evacuazioni, nel 2021, dopo il ritorno dei talebani. Zucconi lascia anche diverse pubblicazioni, monografie e articoli, a testimonianza della sua cultura umanistica, non solo giuridica, profonda e del suo spirito peculiare. Dopo il commiato a Pianello, un’altra cerimonia si terrà a Camerino, dove poi sarà sepolto.