Ecco presenze e assenze degli amministratori

La legislatura Ciarapica bis ha emesso 954 delibere di giunta. Il più ’assenteista’ risulta Caldaroni .

Ecco presenze e assenze degli amministratori

Il sindaco Fabrizio Ciarapica è anche il più assiduo frequentatore delle sedute.

La legislatura Ciarapica bis ha emesso 954 delibere di giunta a partire dal suo insediamento nel luglio del 2022, dopo la vittoria delle amministrative, e fino all’ultima riunione convocata il 19 marzo scorso. Nella statistica delle presenze e delle assenze degli amministratori, tuttavia parziale perché decine e decine di atti non sono consultabili all’Albo Pretorio comunale per difetto del sistema, il più ‘assenteista’ risulta Francesco Caldaroni, assessore al commercio (Fdi), di professione pescatore e molte volte condizionato dalla sua attività lavorativa nella possibilità di partecipare alle convocazioni dell’esecutivo a Palazzo Sforza: è stato presente soltanto in 228 deliberazioni. Tra quelli che mancano di frequente alle riunioni dell’esecutivo c’è Barbara Capponi (FdI), assessore ai servizi sociali, che ha posto la sua firma solo su 420 documenti.

Il più assiduo risulta, invece, il sindaco Fabrizio Ciarapica (Forza Italia) con 639 presenze, seguito a ruota da Claudio Morresi (Forza Italia, delega bilancio) che ne conta 626. Dietro di loro Giuseppe Cognigni (Lega, delega ambiente) che ha votato 553 delibere, quindi Ermanno Carassai (Civitanova Unica, delega lavori pubblici) che ha partecipato a 533 deliberazioni, infine Roberta Belletti (Vince Cvitanova, delega urbanistica) con 546 firme. Marca appena 368 presenze Manola Gironacci (Civitanova Unica), un dato che però non fa testo in quanto da fine settembre del 2023 non può partecipare alle riunioni dell’organo esecutivo di Palazzo Sforza, per la revoca della sua delega al turismo decisa a quel tempo dal sindaco che, nonostante la sentenza con cui il Tar il 21 marzo scorso l’ha reintegrata come assessore, proprio ieri ha emesso un altro decreto per metterla di nuovo fuori dalla giunta (ne riferiamo a parte ndr). Il ruolino di marcia di questa legislatura fa segnare 284 delibere emesse nel 2022, nel periodo compreso tra il 29 luglio e il 30 dicembre (620 in tutto l’anno), 579 atti invece deliberati nel 2023 e 91 dal 12 gennaio al 19 marzo 2024. Nel 2020 era state 569 le delibere votate e 662 invece nel 2021.

l. c.