Ecstasy e hashish nel parco del Montelago festival

Sei denunce per spaccio, 47 segnalazioni di assuntori. Il colonnello Candido: "Situazione tranquilla, nulla da ridire sull’organizzazione"

Ecstasy e hashish nel parco del Montelago festival
Ecstasy e hashish nel parco del Montelago festival

di Paola Pagnanelli

Sei denunciati per spaccio e 47 segnalati come assuntori di sostanze. Controlli serrati al festival celtico di Montelago, in corso sull’altopiano di Serravalle. La manifestazione sta richiamando migliaia appassionati della musica celtica da tutta Italia. L’alta concentrazione di persone ha spinto i carabinieri della Compagnia di Camerino a potenziare i controlli, come disposto dal comando provinciale di Macerata, anche con l’ausilio dei cani antidroga, i pastori tedeschi Uan e Kira, arrivati da Pesaro. Da mercoledì, oltre trenta militari sono impegnati nei vari turni, controllando centinaia di giovani. Le denunce per spaccio dunque hanno riguardato sei persone, mentre altre 47 sono state segnalate alla prefettura. Si tratta di gente arrivata da tutta Italia per il festival. Sono stati sequestrati 110 grammi di marijuana e oltre 200 di hashish, oltre a funghi allucinogeni e pasticche di ecstasy. Le operazioni proseguiranno anche oggi, per garantire la massima cornice di sicurezza alle tantissime persone arrivate a Serravalle. "L’azione di controllo – sottolinea il colonnello Nicola Candido, comandante provinciale dell’Arma – riguarda chi va al Montelago Festival non solo per divertirsi e godersi la musica, ma per approfittare della situazione. Sull’organizzazione non c’è nulla da ridire, ma quando si concentra tanta gente è quasi fisiologico che ci sia qualcuno che devia dal percorso. Per questo abbiamo fatto controlli mirati, coinvolgendo personale femminile oltre a quello maschile e le unità cinofile. E al di là delle persone denunciate e segnalate è tutto abbastanza tranquillo". In linea con le forze dell’ordine gli organizzatori. "Una festa responsabile è una festa sicura, una festa che ha futuro" è il messaggio al popolo di Montelago dei promotori. Grazie alla collaborazione con il Comune di Serravalle, la Protezione civile, le forze dell’ordine, i vigili del fuoco e a centinaia di volontari, Montelago è sempre più un evento di tutti e per tutti. Come ogni anno sono stati verificati gli aspetti potenzialmente critici: le vie di accesso e di uscita, i parcheggi, i piani di salvaguardia dell’incolumità delle persone e di ordine e sicurezza pubblica. Luci nel campeggio e servizi di prevenzione antidroga rafforzati: un no deciso a ogni tipo di sostanza illegale. "Montelago è già di suo libertà e magia, non ha bisogno di surrogati artificiali né di guastafeste" ribadiscono gli organizzatori. Ci sono anche alcoltest gratuiti nello stand di Stammibene e Alza la testa non il Gomito, del Dipartimento dipendenze patologiche, e gli operatori sono a disposizione con quiz e materiale informativo su droga, alcol e Hiv.