Incidenti in Maceratese-Osimana. Tifosi denunciati, scattano 17 Daspo

Provvedimenti emessi contro 9 sostenitori dei ’senzatesta’, 6 dei biancorossi e 2 del Tolentino

Incidenti in Maceratese-Osimana. Tifosi denunciati, scattano 17 Daspo

Incidenti in Maceratese-Osimana. Tifosi denunciati, scattano 17 Daspo

Dopo gli scontri allo stadio per la partita Maceratese-Osimana, 17 tifosi sono stati denunciati per vari reati, dalla resistenza al danneggiamento. E gli stessi hanno avuto anche il Daspo, il divieto di mettere piede in uno stadio, che per alcuni durerà la bellezza di 10 anni. Si sono concluse così, per il momento, le indagini sui disordini registrati all’Helvia Recina lo scorso 10 dicembre, in occasione della partita del campionato di Eccellenza. Prima e dopo l’incontro si erano verificati scontri tra le due fazioni di ultras con danneggiamenti alle auto delle forze dell’ordine in servizio, ai cancelli e alle strutture divisorie dello stadio nonché alla segnaletica stradale. Inoltre, due agenti della questura erano rimasti feriti, per fortuna in modo lieve.

"L’ordine pubblico è stato ripristinato e sono state tutelate le persone che erano andate a godersi la partita allo stadio – ha commentato il questore Luigi Silipo -. La Digos e la Scientifica hanno svolto l’attività investigativa , visionando i filmati delle telecamere e identificando i vari personaggi. C’è stato un grande impegno da parte del vice questore Nicoletta Pascucci, capo della Digos, e del vice questore Patrizia Peroni, dirigente dell’Anticrimine che ha coordinato la Scientifica, con la collaborazione anche dei carabinieri di Tolentino e del Commissariato di Osimo". I denunciati infatti sono 9 osimani, 2 di Tolentino (la cui tifoseria è gemellata con quella dell’Osimana), e 6 ultras della Maceratese. Dovranno rispondere di reati quali il danneggiamento, la resistenza a pubblico ufficiale, il lancio di oggetti, le lesioni, la violenza privata.

"Contemporaneamente - ha aggiunto Silipo - abbiamo aperto il procedimento amministrativo e martedì sono stati emessi 17 Daspo agli stessi soggetti denunciati. La durata dei divieti cambia a seconda dei precedenti e dei comportamenti tenuti dai singoli soggetti, ma si va da un minimo di tre anni a un massimo di dieci. Ad alcuni inoltre è stato imposto anche l’obbligo di firma, e per questo gli atti sono stati trasmessi alla procura, che dovrà procedere con la richiesta di convalida della misura". Per questi ultimi, si tratta di sei maceratesi e due dell’Osimana. Le attività sono ancora in corso, altri potrebbero essere individuati, ma i responsabili delle condotte più significative sono stati riconosciuti".

Il questore Silipo ha voluto ribadire che l’atteggiamento di dialogo non cambierà, "ma non con i violenti, è chiaro. La legalità è il caposaldo su cui tutti, noi per primi, dobbiamo basarci. C’è stato un grande spettacolo di sport al derby tra Maceratese e Civitanovese, con tanto pubblico, coreografie. Mi aspetto la stessa cosa per il 28 gennaio, mi aspetto un’altra giornata di vero sport, come hanno dimostrato di saper fare tutti i tifosi seri e appassionati".