Incontro su educazione e scuola con le tesi di tre neodottoresse

Incontro su educazione e scuola con le tesi di tre neodottoresse
Incontro su educazione e scuola con le tesi di tre neodottoresse

"A Pedagogia ti chiederemo solo di Gianni – Riflessioni sull’educare". Questo richiamo, tratto da un passo della celebre "Lettera a una professoressa" di don Lorenzo Milani, brano quale dovuto omaggio all’importante personalità (se ne celebra il centenario della nascita) del dibattito educativo italiano del ‘900, è il titolo dell’incontro che a Cingoli, promosso dal Comune, si terrà sabato nell’Auditorium Santo Spirito: qui, alle 17.30, presenteranno le loro tesi di laurea le neo-dottoresse cingolane Tina Lancioni, Marta Marchegiani, Erica Tittarelli (nella foto), lettrici volontarie dei presìdi "Nati per Leggere" e "Nati per la Musica", appena laureate col massimo dei viti in Scienze della formazione, all’Università di Macerata. Emblematico è l’appuntamento che si propone come ribalta per le giovani eccellenze del territorio e per riflettere, attraverso il loro sguardo nuovo, su temi delicati e significativi quali sono quelli dell’educazione e della scuola. L’incontro, moderatore Luca Pernici direttore della civica biblioteca Ascariana, sarà aperto dal sindaco Michele Vittori, sempre attento e interessato promuovere e valorizzare le qualità, i talenti e la voglia di partecipazione, che esprimono le nuove generazioni. All’introduzione dell’evento interverrà da remoto il professore Juri Meda, docente di Storia della pedagogia nell’ateneo maceratese.

Gianfilippo Centanni