Lanzavecchia, saggio sulla costruzione

Domani, a Macerata, viene presentato il nuovo libro di Massimo Lanzavecchia che ricostruisce la storia del progetto e della costruzione dello Sferisterio di Aleandri. Il libro, con rigore storico, conferma la paternità dell'idea progettuale a Ireneo Aleandri.

Lanzavecchia, saggio  sulla costruzione
Lanzavecchia, saggio sulla costruzione

Sarà presentato domani, dalle 18.30 alla Biblioteca della poesia di via Costa, il nuovo libro di Massimo Lanzavecchia: "Lo Sferisterio di Aleandri – Mirabilia a Macerata", un saggio che racconta la storia del progetto e della costruzione del noto teatro all’aperto. Il libro, appena uscito per la Seri Editore, si propone di fare chiarezza relativamente alla paternità artistica del progetto di Ireneo Aleandri e ricostruisce le intricate vicende della Società e i contrasti sui progetti nel decennio 1819-29, riordina gli studi pubblicati, aggiorna fonti d’archivio e di bibliografia, introduce nuovi elementi storici e documentali, ripercorre la polemica del centenario e trae alcune conclusioni. Come scrive l’architetto Luca Maria Cristini nella nota introduttiva al volume: "Massimo Lanzavecchia, con un fiuto da detective, porta ulteriori elementi di chiarezza nel riassumere l’intera vicenda che, senza spirito di tifoseria, ma con severo rigore da storico, conduce per l’ennesima volta a confermare la paternità dell’idea progettuale dello Sferisterio di Macerata al giovane architetto settempedano Ireneo Aleandri".