Lirica, da Beniamino a Rina Gigli Tutto pronto per il ritorno del Gof

Domani il via alla 14esima edizione del festival: omaggio alla figlia del tenore. Premi a Carosi e Biccirè

Lirica, da Beniamino a Rina Gigli  Tutto pronto per il ritorno del Gof
Lirica, da Beniamino a Rina Gigli Tutto pronto per il ritorno del Gof

di Antonio Tubaldi

La città di Recanati rende omaggio a due suoi grandi figli: il tenore Beniamino Gigli e sua figlia, il soprano Rina, con uno spettacolo in piazza Leopardi, dal titolo, "Essere ‘diva’ da Beniamino a Rina Gigli", a ingresso gratuito e senza prenotazione. Si apre così alle 21.15 di domani, la 14esima edizione del Gof, "Gigli Opera Festival" diretto dal Maestro Riccardo Serenelli e presentato da Lucia Santini, mentre la macchina organizzativa è stata affidata a Chiarenza Gentili Mattioli. La manifestazione, fortemente voluta dal Comune di Recanati, è curata dall’Associazione Villa InCanto che fin dal 2010 celebra annualmente il tenore Beniamino Gigli con i suoi spettacoli di lirica.

Nell’occasione sarà consegnato il "Premio Gigli Opera Festival" a due soprani che vantano una splendida carriera internazionale, Micaela Carosi e la marchigiana Patrizia Biccirè, che festeggia i suoi trent’anni di palcoscenico. Anche quest’anno gli studenti del liceo artistico Cantalamessa, sotto la supervisione degli artisti Marco Cingolani, responsabile della sezione metalli, e dell’insegnante Simona Pagliari, hanno realizzato 13 manufatti (in mostra al museo Gigli sino a settembre), due dei quali verranno selezionati per essere donati alle due artiste. Sul palco anche due artiste già note al pubblico recanatese: il soprano Anna Delfino, che cantò al Persiani con il grande Leo Nucci, e Lilly Jøstard che interpretò Rosina nel Barbiere di Siviglia nelle passate edizioni del Gof e che quest’anno ha aperto la stagione del Teatro alla Scala di Milano.

Molto atteso è anche l’intervento del "Quartetto FATA" acronimo di Fuoco, Acqua, Terra e Aria; il gruppo è formato da quattro flautiste Lucia Paccamiccio, Marta Montanari, Alessandra Petrini ed Elisa Ercoli che interpreteranno arie d’opera su arrangiamenti realizzati da Lucia Paccamiccio. Irene Tella, violino solista, affiancherà il Maestro Riccardo Serenelli che accompagnerà i solisti al pianoforte. Spetterà al noto attore e doppiatore Luca Violini dare la voce a Rina Gigli su testo scritto dal Maestro Serenelli che ha spiegato: "Il Gigli Opera Festival quest’anno ha voluto valorizzare colei che spesso, a causa dell’enorme grandezza del padre, è apparsa ai più come un personaggio sotto tono, invece sicuramente rappresenta una figura meritevole di maggiore attenzione per le sue qualità artistiche tecniche ed espressive".