Malore fatale nella sua abitazione: "Massimiliano riposa in pace"

Nunzi aveva 51 anni, nel 2010 restò paralizzato a seguito di un tuffo sugli scogli e per lui iniziò un vero calvario.

Malore fatale nella sua abitazione: "Massimiliano riposa in pace"

I funerali di Nunzi si terranno domani alle 10 nella chiesa dello Spirito Santo

Profondo cordoglio ha destato a Tolentino la notizia dell’improvvisa e prematura scomparsa di Massimiliano Nunzi, trovato esanime ieri mattina nella sua abitazione a causa di un malore sopravvenuto nella notte. A lanciare l’allarme è stato uno dei suoi familiari. Tempestivo l’arrivo dei sanitari del 118, ma il medico dell’emergenza non ha potuto far altro che constatarne il decesso. L’uomo aveva 51 anni; lascia i figli Matteo e Marco, la mamma Simonetta, il papà Gabriele e la compagna Cinzia. I funerali saranno celebrati domani alle ore 10 nella chiesa dello Spirito Santo.

Massimiliano Nunzi era molto noto in città, anche per via di quel terribile incidente che nel 2010 lo costrinse a passare il resto dei suoi giorni su una sedia a rotelle. Mentre era in vacanza al mare riportò infatti gravissime lesioni alla colonna vertebrale a seguito di un tuffo dagli scogli. Da quel momento iniziò un vero e proprio calvario fra interventi chirurgici, riabilitazioni e terapie intensive. Massimiliano, tuttavia, ha sempre lottato con forte tenacia e nel 2015 era riuscito anche a rientrare a lavoro nell’agenzia funebre Corvatta, in cui era impiegato prima dell’incidente. Ultimamente, però, le sue condizioni fisiche non erano al meglio.

Tantissime le testimonianze di affetto e vicinanza nei confronti della famiglia e infiniti i messaggi di dolore di fronte alla scomparsa di Massimiliano. "Il lupacchiotto Nunzi ci ha lasciato - scrive il Roma Club di Tolentino, cui era tesserato -. Esprimiamo il nostro cordoglio a tutta la famiglia. Massimiliano riposa in pace e continua a tifare la nostra Roma da lassù". Pure la società di calcio a 5, Borgorosso Tolentino, ha espresso la propria costernazione: "Tutti gli atleti si stringono intorno a Matteo Nunzi, nostro tesserato per due stagioni. Non ci sono parole in questo momento, solo grande dolore per la scomparsa di una persona a noi tanto cara".

m. g.