Nuovi mezzi per i volontari: "Siete un grande esempio"

Sono destinati a Protezione civile e polizia locale. Presente anche Saltamartini

Nuovi mezzi per i volontari: "Siete un grande esempio"

Nuovi mezzi per i volontari: "Siete un grande esempio"

"In questo spazio è concentrato il modello organizzativo dei servizi all’insegna del volontariato e della sussidiarietà". Riferendosi ai relativi principi della Costituzione, questo ha tra l’altro affermato Filippo Saltamartini, vice presidente e assessore alla sanità della Regione Marche, intervenendo ieri mattina alla significativa cerimonia organizzata dal Comune di Cingoli nel piazzale antistante alla chiesa di San Giuseppe dove il parroco don Patrizio Santinelli ha celebrato la messa.

L’evento è stato programmato per inaugurare i nuovi mezzi in dotazione alla Protezione civile (una Ford Ranger: ora le unità sono sei) e alla Polizia locale (con la Fat Panda 4x4, ha tre auto) che ha pure ricevuto gli encomi conferiti per il particolare impegno garantito in circostanze eccezionali. Dopo il rito, nello slargo il sindaco Michele Vittori, con la giunta municipale, ha ringraziato per la partecipazione, evidenziando quanto rallegrante sia il momento di condivisione con la Protezione civile, la Polizia locale al completo, le rappresentanze del comitato della Croce rossa italiana e dei Vigili del fuoco del vicino distaccamento di Apiro.

"Dando un particolare risalto – ha sottolineato Vittori – all’importanza del volontariato, e qui vedo l’inossidabile Corrado Branchesi, esprimo un sincero grazie a nome della collettività per l’apporto operativo sempre sollecito e infaticabile, e alla Regione Marche per il contributo che ci è stato concesso per l’acquisto dei mezzi".

Rivolgendosi ai volontari, un personale desiderio ha quindi formulato Vittori: "Quello che fate, avendo un così spiccato rilievo, raccontatelo a qualcuno, in modo da dilatare il coinvolgimento". Saltamartini ha ricordato quanto sempre presenti siano stati i volontari della Protezione civile con il presidente Michele Fogante: "Insieme con loro, la polizia locale, la Cri, i Vigili del fuoco, tutti costantemente sensibili disponibili a servizio delle esigenze della comunità. E non va dimenticato il ruolo delle associazioni religiose che nel passato hanno precorso quello degli attuali sodalizi".

Benedetti i mezzi dal parroco, sindaco e assessori hanno conferito le onorificenze che la Regione Marche ha individualmente attribuito, per le incessanti azioni compiute durante la situazione d’emergenza del maggio 2003, alle unità della polizia locale: comandante Marzia Paulini, Bartolomeo Nocioni, Maria Cristina Valente, Marco Rumachella, Isabella Paciaroni, Stefania Vigiani.