Poltrona Frau. C’è l’accordo per 41 assunzioni

Dopo anni di contratti precari con le cooperative saranno stabilizzati. Soddisfatti i sindacati .

Poltrona Frau. C’è l’accordo per 41 assunzioni
Poltrona Frau. C’è l’accordo per 41 assunzioni

"Un risultato storico". Così lo hanno definito i 41 soci lavoratori del settore logistica della Poltrona Frau, l’accordo raggiunto con l’azienda. Tutti e 41, dopo anni nell’incertezza e nella precarietà di contratti con cooperative sempre diverse, saranno assunti come dipendenti. I lavoratori aveva incrociato le braccia per otto ore lo scorso 30 gennaio, per rivendicare i loro diritti, fermando di fatto l’intera produzione e ieri la notizia di "portata storica" secondo i sindacati: "Quando la lotta è giusta ed i lavoratori sono uniti – affermano Angelo Ceccarelli di Filt Cgil e Claudio Giuliani di Filt Cisl – i risultati si portano a casa. Un lavoro collettivo dei sindacati unitamente alle Rsa interne ed a tutti i lavoratori e le lavoratrici della cooperativa. Con lo sciopero di otto ore dello scorso 30 gennaio che ha visto la partecipazione del 100 per cento dei lavoratori in causa, abbiamo voluto evidenziare la poca trasparenza e l’oggettiva instabilità della condizione dei 41 soci lavoratori e lavoratrici della cooperativa all’interno della logistica dell’appalto Poltrona Frau Tolentino che operano nei servizi logistici relativi ai prodotti Residenziali e Automotive". Una mobilitazione rispetto alla quale, quel giorno, era arrivato anche il sostegno della Rsu di Poltrona Frau. Nel corso della giornata erano state molte le testimonianze dirette dei lavoratori che denunciavano tutte le anomalie dei contratti con la cooperativa: dagli scatti di anzianità limitati, alle difficoltà ad accedere ad un mutuo, ai contributi bassissimi, alla malattia: la rivendicazione principale era stata quella di essere assunti direttamente come dipendenti così da essere inquadrati senza deroghe all’interno del contratto collettivo nazionale. A seguito dello sciopero, i sindacati hanno chiesto un incontro urgente con la società titolare dell’appalto che ha portato alla firma del verbale di accordo per il cambio del contratto stesso: "Venerdì scorso – tornano a dire i sindacati – si è tenuto un incontro tra tutte la parti e dal primo marzo prossimo tutti e 41 i lavoratori saranno assunti come dipendenti diretti da una srl, nel rispetto delle condizioni previste dal contratto collettivo per il settore Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni, con il riconoscimento degli scatti di anzianità anche pregressi, la continuità senza periodo di prova per tutti gli indeterminati e la possibilità di assunzione per i contratti a termine nei prossimi mesi". Le parti coinvolte hanno preteso una maggiore chiarezza rispetto all’organigramma aziendale, l’apertura di un tavolo imminente rispetto all’inquadramento specifico di ogni lavoratore che tenga conto delle specifiche mansioni e competenze.