"Romanae Disputationes" . Il gruppo del Da Vinci si fa valere

Il liceo Da Vinci di Civitanova trionfa al concorso nazionale di Filosofia a Bologna sul tema "Quid est tempus". Vittoria e menzione d'onore per gli studenti, con interessanti interventi di esperti e giornalisti sul palco. Tema dell'anno prossimo: "Valore, genesi, natura ed esperienze".

"Romanae Disputationes" . Il gruppo del Da Vinci si fa valere

"Romanae Disputationes" . Il gruppo del Da Vinci si fa valere

Un altro successo culturale del liceo Leonardo Da Vinci conseguito a Bologna, dove si è svolto al "Teatro Duse" il convegno finale delle "Romanae Disputationes" (concorso nazionale di Filosofia, al quale la scuola di Civitanova partecipa da ben 10 anni) sul tema "Quid est tempus". Durante il convegno si sono svolte delle "dispute regolamentate". Un team del liceo Da Vinci si è aggiudicato il torneo per la categoria "Age contra" con Angela Ciarfuglia, Maddalena Regoli (entrambe del Liceo classico) e Lucrezia Ciccone (Scientifico) guidati dalla professoressa Barbara Amato. Il tema della disputa è stato "il Tempo ciclico verso tempo lineare". Inoltre, un team di alunne della professoressa Simonetta Offidani, categoria junior, ha ottenuto una menzione d’onore (terzo e quarto posto)nell’ambito degli elaborati scritti, avendo effettuato un saggio dal titolo: "Initium ut esset, creatus est homo" (sempre sulla questione del tempo). Il team era composto da Giorgia Cerolini, Caterina Ciribè, Matilde Torresi e Maria Luce Ciarrocca (IV Scientifico), con la professoressa Offidani, come già detto.

Altri docenti accompagnatori sono stati Lara Bevilacqua e Matteo Simonetti. I ragazzi hanno anche assistito all’interessante intervento del professor Carmine Di Martino sul tema "Tempo ed esistenza", nonché a quello del giornalista e filosofo Bruno Mastroianni, che si è soffermato sulla "velocità del tempo nella modernità". Sul palco anche Antonio Casanova, di "Striscia la Notizia", che ha coinvolto gli studenti in un trucco di magia. Il rema già reso noto per il prossimo anno è "Valore, genesi, natura ed esperienze".