Serata da ridere al teatro Feronia con la compagnia di Avenale

La Compagnia teatrale di Avenale a Cingoli porta in scena commedie brillanti in vernacolo, conquistando successi e riconoscimenti. Prossima tappa: il teatro Feronia di San Severino.

Serata da ridere al teatro Feronia con la compagnia di Avenale

La compagnia teatrale di Avenale sarà in scena dopodomani a San Severino

Ideale avamposto del "Balcone delle Marche", forse stimolanti la stupenda visione panoramica e l’aria sempre frizzante, la frazione Avenale di Cingoli esprime la sua Compagnia teatrale che, proponendo testi in vernacolo, sta consolidando la serie dei successi finora ottenuti. E ora l’attesa è per interpretare, dopodomani alle 21.15, nel teatro Feronia di San Severino, la commedia brillante intitolata "A la giustizia … je vasta ‘n occhiu", testo, messa in scena e regìa dell’affermata Maria Teresa Valenti che da anni s’impegna a produrre applauditi copioni come se lavorasse su un telaio dialettale in cui tesse trame ispirate a situazioni e spaccati ispirati alla quotidianità, sollecitando il pubblico al sorriso, alla spensieratezza ma anche alla riflessione su variegate situazioni di vita. Compongono la Compagnia di Avenale, vivace borgata non a elevata densità di abitanti, tutti attori locali, non certo professionisti ma appassionati del dialetto e disponibili per mantenerne viva la tradizione: Giovanni Sbergamo, Chiara Pascucci, Giulia Pannelli, Lucia Borsini, Decio Pascucci, Rosalba Orbisaglia, Luca Pascucci, Federica Sardella, Meri Rossetti, Primo Jachetta, Claudia Borgiani; infaticabile la collaborazione (trasporto scenografie, installazione e smontaggio) di Daniele Borsini, Vincenzo Russo, Luigi Cavalletti, Gilberto Ginestra, Paolo Frattari e Michela Sbergamo. La parte musicale è curata da Nadia Ginestra. Lo spettacolo che verrà prossimamente presentato al Feronia, segue quello dato al Farnese di Cingoli e inserito nella rassegna "Dialetti marchigiani a confronto", promossa dalla Fita Marche col Comune e il "Teatro LioLà". La giurìa che ha visionato la serie delle recite, ha assegnato tre riconoscimenti al gruppo di Avenale: la pièce è stata scelta per rappresentare la provincia di Macerata alla finale regionale, Chiara Pascucci e Giovanni Sbergamo hanno ricevuto il premio quali miglior attrice e attore. Anche solidale il dialetto nostrano: in calendario, la Compagnia di Avenale ha fissato per il 7 aprile l’esibizione sul palcoscenico del teatro "Rondinella di Montefano", per l’associazione Omphalos autismo e famiglie odv.