Si torna al cinema in città nella sala Gigli

Programmazione da ottobre, curerà la rassegna l’Associazione Circolo con un contributo di 7.320 euro. Bravi: "Un recupero voluto"

Si torna al cinema in città nella sala Gigli

Si torna al cinema in città nella sala Gigli

di Antonio Tubaldi

Mentre Recanati vanta in questi giorni la presenza di star di Hollywood e di produzioni che la scelgono come location di grandi film internazionali, la giunta del sindaco Antonio Bravi annuncia la partenza della nuova programmazione cinematografica annuale nella rinnovata sala Gigli dell’ex Multisala Sabbatini. Uno spazio tornato alla luce nel marzo dello scorso anno e rientrato in pieno possesso del Comune a fine 2021, con tanto di ristrutturazione. Una cosa voluta e cercata, tanto che il cinema è l’unico in città. "Il recupero e il rilancio della sala cinematografica – afferma il primo cittadino – era tra i punti programmatici prioritari della nostra amministrazione e con soddisfazione annunciamo che da ottobre la nostra bella città riavrà anche una programmazione stabile annuale, un punto di riferimento importante della vita culturale della città tanto desiderata da noi tutti. Un recupero e un’attivazione complessa, fortemente voluta tanto da attivare un’apposita delega alla funzionalizzazione e rilancio delle sale cinematografiche alla consigliera comunale Roberta Sforza". La programmazione cinematografica recanatese è stata studiata dell’Associazione Circolo del Cinema Recanati presieduta da Beniamino Gigli, esperto operatore locale, organizzatore di tutte le rassegne cinematografiche della città dell’Infinito, nonché del prestigioso Premio Internazionale Ludovico Alessandrini per il Cinema di Poesia, giunto alla sua undicesima edizione, che rappresenta l’omaggio della città di Recanati alla cultura cinematografica. Soddisfatta la stessa consigliera Roberta Sforza, delegata al progetto, che rammenta quanto sia stato "lungo e faticoso l’iter amministrativo che ha consentito al Comune di rientrare nel pieno possesso della storica sala cinematografica". Gioisce anche Rita Soccio, assessore alle Culture: "Siamo molto felici di poter restituire alla cittadinanza la sala Gigli con unaprogrammazione cinematografica che durerà tutto l’anno. Il cinema, come le altre forme d’arte, non poteva non avere uno spazio dedicato nella città della cultura, e dopo tanto lavoro fatto in sinergia, ci siamo riusciti".

Quindi da ottobre si torna al cinema a Recanati con una programmazione stabile di film in uscita, a cura della dell’Associazione Circolo del Cinema Recanati, a cui è stato erogato un contributo di 7.320 euro nella riunione di giunta del 10 agosto.