Sorpreso dentro un’imbarcazione con oggetti rubati

Nei guai un senegalese di 29 anni. La polizia lo ha trovato ai cantieri navali.

Sorpreso dentro un’imbarcazione con oggetti rubati

I controlli sono scattati dopo la segnalazione della presenza di un giovane che dormiva dentro a un’imbarcazione in rimessaggio

Sorpreso a bivaccare all’interno di una imbarcazione in rimessaggio nei cantieri navali: addosso aveva dei vestiti e uno smartphone che sono risultati rubati da una abitazione a Porto Sant’Elpidio. È finito nei guai un ventinovenne senagalese. L’episodio è avvenuto nella mattinata dell’altro ieri quando alla polizia è arrivata la segnalazione di un giovane extracomunitario che aveva messo a soqquadro gli interni di una imbarcazione ferma ai cantieri navali, in zona portuale, ed era poi stato sorpreso a dormire al suo interno. Quando gli agenti del commissariato di polizia lo hanno raggiunto nella zona portuale, il senegalese è stato perquisito. Indossava un giubbetto e un paio di occhiali e con sé aveva un telefono cellulare, che risultava essere stato oggetto di un furto, poco tempo fa. Telefono e indumenti erano, infatti, stati rubati da una casa a Porto Sant’Elpidio. È stato poi contattato il proprietario di quel telefono cellulare, che ha anche riconosciuto i suoi vestiti: quelli che portava addosso il ventinovenne senegalese. L’uomo nella mattinata dell’altro ieri è stato portato negli uffici del commissariato di via D’Annunzio per l’identificazione e, dopo le formalità di rito, come da prassi, è stato denunciato dagli agenti del commissariato di polizia per il reato di ricettazione.

c. m.