Urbania ribaltata, la Civitanovese non si ferma

I rossoblù di Alfonsi vanno sotto e poi prendono il largo. Annullate due reti per fuorigioco ai padroni di casa che chiudono in dieci uomini

Urbania ribaltata, la Civitanovese non si ferma
Urbania ribaltata, la Civitanovese non si ferma

1

CIVITANOVESE

4

CALCIO: Urbietis, Aluigi, Salvi, Dal Compare, Marengo (27’ s.t. Giovanelli), Mistura, Catani, Carensecchi, Nunez, Mangiarotti, Zingaretti (27’ s.t. Cantucci). All. Omiccioli

CIVITANOVESE: Testa, Pasqualini, Cosignani, Ercoli, Ballanti (39’ s.t. Giordani), Passalacqua, Buonavoglia (41’ s, Domizi, Spagna (29’ s.t. Verini), Strupscheki (26’ s.t. Ruggeri), Brunet. All. Alfonsi

Arbitro: Sarcina di Barletta

Reti: Salvi 22’, Buonavoglia 24’, Brunet 37’ e 60’, Spagna 55’ (rig.).

Note: ammoniti Alfonsi (mister) Carnesecchi, Ercoli, Zingaretti, Dal Compare, Buonavoglia, Salvi, Cosignani. Espulso: Mistura

Continua la marcia senza sosta della Civitanovese che rifila quattro gol anche all’Urbania Calcio. Partiti in svantaggio, gli uomini di mister Alfonsi non si sfaldano e ribaltano completamente il risultato.

Il primo tempo si apre con dei ritmi sostenuti, davanti ad una foltissima cornice di pubblico, con oltre centocinquanta tifosi rossoblù. L’Urbania al ventiduesimo passa in vantaggio grazie alla super discesa di Salvi sulla fascia sinistra che brucia due avversari e infila Testa. Passano appena due minuti e la Civitanovese trova il pareggio su un’incredibile situazione di tre contro due, Buonavoglia servito splendidamente da Stupscheki non sbaglia davanti Urbietis. È una doccia fredda per i padroni di casa, che dopo pochi minuti si ritrovano sotto, grazie al gol di Brunet, mattatore di giornata, servito dal funambolico Stupscheki che dribbla sontuosamente Aluigi sulla fascia sinistra. Nel finale l’Urbania vede annullarsi un gol per fallo sul portiere e sfiora il pareggio con Carnesecchi.

Nel secondo tempo, i padroni di casa partono forte e trovano il pareggio con Nunez, ma per l’assistente di linea è fuorigioco. Ironia della sorte sul ribaltamento di fronte il Civitanova trova il rigore per il tre a uno, su una posizione abbastanza dubbia. Sul cross dentro di Buonavoglia, Spagna colpisce di rovesciata, col pallone che tocca la mano di Zingaretti. Dal dischetto il fortissimo centravanti realizza tirando forte e centrale. Per l’Urbania cala la notte e la Civitanovese dilaga, grazie alla doppietta di Brunet che sfonda sull’out di sinistra e davanti l’estremo difensore non sbaglia. Nel finale di partita non c’è più spazio per colpi di scena, con le varie squadre che mantengono le posizioni senza rischiare più nulla, tranne all’ultimo minuto quando il fischietto di Barletta espelle Mistura per doppio giallo, offrendo una punizione ghiotta agli ospiti.

Andrea Alessandroni