Variante ex Ceccotti, via libera alle modifiche

Gli aggiustamenti apportati ridefiniscono le volumetrie. Non cambiano la quantità di verde, i parcheggi e il carico urbanistico

Variante ex Ceccotti, via libera alle modifiche

Variante ex Ceccotti, via libera alle modifiche

La variante urbanistica ex Ceccotti, adottata dal consiglio comunale a marzo con i rapporti ambientali e l’adeguamento al parere favorevole dell’Ast sulla riduzione della fascia di rispetto cimiteriale da 200 a 50 metri per la realizzazione di opere pubbliche, è stata modificata sulla base dell’accoglimento di osservazioni al progetto presentate da cittadini e tecnici che hanno chiesto e ottenuto l’apertura di via Volta, che non era stata prevista. La ex Ceccotti è un’area di circa 13 ettari.

Le modifiche, sulla base della relazione riscritta dall’Ufficio tecnico comunale "non comportano modifica delle potenzialità edificatorie residenziali e commerciali, già previste". I cambiamenti prevedono che il lotto su cui insiste l’edificio n. 5 venga suddiviso in due porzioni; in una resta immobile con una Sul (superficie utile lorda) ridotta e nell’altra ci sarà uno spazio verde di fronte alla Fornace, connesso con un percorso pedonale all’edificio dell’ex Vetreria. "Viene – è riportato nella relazione – inoltre spostato più a ovest l’edificio numero 2 che assorbe la Sul tolta dall’edificio 5 e viene modificato il parcheggio pubblico vicino all’edificio numero 1. Lo spazio verde intorno alla Fornace è stato ripensato come parco tematico e viene spostata più a est la strada principale di progetto, in modo da creare uno spazio verde di sistemazioni esterne per realizzare uno spazio connesso e di valorizzazione dell’ex Fornace. Per migliorare le connessioni, inseriti percorsi ciclabili dalla nuova rotatoria sulla Statale 16".

L’accoglimento delle osservanza prevede che venga aperta anche una strada di collegamento tra i comparti di ristrutturazione urbanistica e via Galvani, che resta a senso unico. Le modifiche ridefiniscono le volumetrie e la viabilità di progetto, ma mantengono invariato il carico urbanistico: nei comparti di nuova edificazione sono previsti 20.000 metri quadrati di Sul, escluso l’esistente e la Fornace. Non cambiano neanche le quantità di verde e parcheggi pubblici stabiliti nella variante adottata, ma viene data la possibilità di costruire a confine con verde e parcheggi e a un minimo di 5 metri dalle strade e con 10 metri di distanza tra fabbricati.