La Med non tradisce: è in finale di Coppa Italia

Morelli trascina Macerata: Tuscania liquidata in appena tre set. Oggi alle 18 l’ultimo atto contro Pineto al Banca Macerata Forum

La Med non tradisce: è in finale di Coppa Italia

La Med non tradisce: è in finale di Coppa Italia

TUSCANIA

0

MED STORE TUNIT

3

MAURY’S COM CAVI TUSCANIA: Corrado 11, Festi 11, Parisi 1, Sacripanti 6, Aprile 6, Onwuelo 9, Sorgente (l), Stamegna, Ruffo, Licitra. Ne Menchetti, Cipolloni, Quadraroli (l). All. Passaro.

MED STORE TUNIT: Morelli 20, Lazzaretto 7, Luisetto 9, Kindgard 3, Wawrzynczyk 10, Pizzichini 1, Gabbanelli (l), Margutti 1, Gonzi. Ne. De Col, Martusciello, Paolucci, Ravellino (l), Bacco. All. Gulinelli.

Arbitri: Serafini e Cecconato.

Parziali: 19-25 (23’), 24-26 (33’), 17-25 (25’).

Note: Tuscania: 19 errori in battuta, 2 ace, 6 muri vincenti, 45% in attacco, 60% in ricezione (24% perfetta). Med Store Tunit: 11 errori in battuta, 3 ace, 7 muri vincenti, 49% in attacco, 56% in ricezione (26% perfetta).

di Lorenzo Monachesi

La Med Store Tunit Macerata batte Tuscania e strappa il pass per la finale di Coppa Italia di A3 in programma alle 18 di oggi contro Pineto, si giocherà al Banca Macerata Forum. Alle 15 si affronteranno Catania e Tuscania, uscite battute ieri, nella finale per il terzo e quarto posto. Ottimo primo set per la Med Store Tunit che dopo un inizio combattuto è riuscita a scappare e controllare il gioco strappando gli applausi del Banca Macerata Forum. Secondo set decisivo e tirato, fino all’ultimo punto: le squadre si sono inseguite a lungo, poi nel finale Macerata è riuscita ad andare avanti ma gli avversari hanno subito risposto e sono serviti i vantaggi per confermare i biancorossi avanti di due set. Terzo set in controllo invece per la Med Store Tunit che tenendo alta la pressione è scappata e ha gestito il risultato.

La cronaca. In equilibrio le prime fasi della semifinale tra Tuscania e Med Store Tunit (5-5) e poi c’è il tentativo di fuga dei maceratesi (10-12). La squadra è sicura di sé (14-17): il polacco Wawrzynczyk firma due ace di fila che spianano la strada alla vittoria del set (19-25).

Si riparte. Il secondo set non ha un padrone (5-5 e 15-15), Morelli prova ad allungare il passo (19-20) ma i toscani non mollano e a muro acciuffano gli avversari (24-24). Ai vantaggi la Med Store Tunit si fa valere con Lazzaretto e Morelli (24-26) portandosi sul 2-0. Si ricomincia e i maceratesi vogliono chiudere subito i giochi (4-7), Tuscania si rifà sotto (9-10). Macerata non si scompone e macina gioco (12-16), la partita è in controllo della formazione di casa (15-21). Il finale non riserva sorprese e la Med Store Tunit chiude i giochi (17-25).

Molto soddisfatto Gianluca Tittarelli, presidente della Pallavolo Macerata: "L’approccio – dice – è stato perfetto, lineare, continuo. I ragazzi hanno interpretato benissimo la gara centrando una vittoria di squadra senza sbavature". Sulla stessa lunghezza d’onda Flavio Gulinelli, coach della Med Store Tunit. "L’approccio è stato quello giusto contro un avversario che ti mette sotto se lo lasci giocare. Nel corso del match siamo cresciuti in battuta e quindi nella fase break. Siamo pronti per la finale".

L’auspicio è vedere ancora più gente alle 18 di oggi, per la gara che assegnerà la coppa. "Per la città – dice Tittarelli – abbiamo fatto tanto e di più non era possibile, saremo contenti se Macerata risponde altrimenti sarà un problema endemico della città". Coach Gulinelli detta la ricetta contro Pineto. "Giocare bene, meglio di loro". Il tecnico della squadra di casa si augura un pubblico ancora più rumoroso per dare la spinta alla formazione. "Promettiamo – dice – che non i maceratesi non andranno via delusi".